Disuguaglianze nel mondo: l’Europa resiste

Il primo Rapporto sulle disuguaglianze nel mondo indica un divario crescente tra i più ricchi e i più poveri. L’Europa fa eccezione in questa tendenza globale.

La pubblicazione il 14 dicembre del primo Rapporto sulle disuguaglianze mondiali permette, grazie a dati reali, di delineare i contorni geografici e la dinamica delle disuguaglianze internazionali negli ultimi trent’anni. Realizzato dal World Inequality Lab – di cui fanno parte tra altri gli economisti Thomas Piketty, Facundo Alvaredo e Lucas Chancel – il rapporto è opera di oltre 100 ricercatori di tutto il mondo che hanno creato un data base di 175 milioni di numeri, accessibile a tutti, che offre una prima fotografia internazionale delle disuguaglianze. Dove si colloca l’Europa da questo punto di vista?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Negli ultimi dieci anni, le disuguaglianze si sono acuite ovunque nel pianeta, ma in maniera differenziata a seconda delle regioni. In Europa le disuguaglianze sono meno marcate che altrove, a riprova del fatto che le istituzioni nazionali (fisco, servizi pubblici, etc.) hanno una funzione importante nel tenerle sotto controllo e ricomporle. La dinamica delle disuguaglianze è apparsa molto più marcata negli Stati Uniti e in Medio Oriente, dove le società sono polarizzate al massimo tra quanti traggono profitto dalla manna petrolifera e gli stranieri, indigenti, che lavorano al loro servizio. […continua…]

Continua a leggere su Voxeurop.eu/it


Foto O. F. Hevia cc by nc nd

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.