Uber promette i taxi volanti entro tre anni

Uber fa sul serio e davvero pensa ad una flotta di taxi volanti, in un prossimo futuro. E c’è già anche una data per i primi test: la società americana di ride sharing vuole renderla operativa entro il 2020, inizialmente a Dallas-Fort Worth ed a Dubai. Un progetto ed una tempistica apparsa piuttosto ambiziosa, considerando che, al momento, non è stato mostrato ancora alcun prototipo funzionante.

Come riportato da Wired, questi velivoli saranno 100% elettrici, con la possibilità di decollo e atterraggio verticale ed in grado di percorrere 100 miglia (circa 160 km) in 40 minuti, con un’unica ricarica delle batterie. Questi mezzi potranno raggiungere una velocità massima di 240 km/h e l’iniziativa sarebbe indirizzata soprattutto per i pendolari, con l’obiettivo di risolvere (o almeno snellire) i problemi di traffico, legati agli spostamenti per raggiungere il posto di lavoro.

La società americana ha assunto un paio di mesi fa Mark Moore, ex ingegnere NASA, ed ha annunciato negli ultimi giorni le partnership con Bell Helicopter, Embrear, Aurora, Pipistrel e Mooney, tutte società che stanno sviluppando velivoli con decollo ed atterraggio verticale. Uber dunque ci crede, anche se saranno numerosi gli ostacoli, anche legislativi e legati all’utilizzo degli spazi aerei, da superare per rendere davvero realtà questo progetto.

(Fabio Cavagnera via autoblog.it, cc-by-nc-nd )

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.