Governo: agenti di polizia militare saranno parte della missione EUNAVFOR MED Sophia

Dieci membri della polizia militare slovacca saranno inviati nel Mediterraneo per partecipare dal mese di agosto all’operazione navale europea EUNAVFOR MED Sophia, con il compito di ispezionare le navi nel Mar Mediterraneo. Lo ha deciso il consiglio dei ministri nella sua riunione odierna settimanale. Gli slovacchi, che opereranno come parte dell’equipaggio di una nave tedesca, rimarranno in missione per sei mesi, e saranno poi sostituiti da un altro turno semestrale.

L’Unione europea ha avviato l’Operazione Sophia nella primavera 2015 per pattugliare le acque internazionali vicino alla costa libica e disincentivare la tratta dei migranti dall’Africa all’Europa. La missione, la cui direzione operativa si trova a Roma, ha lo scopo di catturare e distruggere le navi ed attrezzature utilizzate o sospettate di essere utilizzate da contrabbandieri e trafficanti di migranti, e arrestare tutti gli individui sospettati di contrabbando di migranti verso l’Europa.

Gli agenti slovacchi sono stati spediti in Germania nel mese di febbraio, dove hanno seguito un corso di nove settimane. L’addestramento include il combattimento in centri abitati e lo studio delle disposizioni del diritto internazionale, come ad esempio le modalità di accesso a una nave straniera in acque internazionali.

(Red)


Foto mindefensa cc-by-nc-nd

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.