Medaglia Raoul Wallenberg a filmmaker slovacchi per il lavoro su Nicholas Winton

Il produttore Patrik Pass e il regista Matej Mináč sono stati insigniti della prestigiosa Medaglia Raoul Wallenberg in riconoscimento dei loro film e del grande lavoro documentario fatto dai due slovacchi per far conoscere la figura di Sir Nicholas Winton, il cosiddetto “Schindler inglese” che in vista della seconda guerra mondiale riuscì a portare in salvo in Gran Bretagna seicento bambini ebrei dalla Cecoslovacchia, facendoli passare sotto il naso dei nazisti.

La storia eccezionale di Nicholas Winton, morto nel 2015, è stata raccontata dalla coppia slovacca in tre diversi docufilm: “Tutti i miei cari” del 1999, “Il potere del bene – Nicholas Winton” del 2002, che vinse l’International Emmy Award per il miglior documentario e “La famiglia di Nicky” del 2011, che include nella famiglia i suoi 669 salvati e che vinse quale miglior documentario al Festival di Montreal nel 2011.

Il riconoscimento Wallenberg è stato conferito presso l’Ambasciata di Svezia a Praga il 14 marzo. Matej Mináč ha detto che «La storia di Winton ha diffuso il virus del bene in tutto il mondo», e «Questo premio non è solo per me e Patrik Pass, ma per tutti coloro che ci hanno aiutato a raccogliere il messaggio di Nicholas Winton e metterlo su pellicola. A loro va il nostro grande ringraziamento». All’evento hanno presenziato anche tutti i sopravvissuti “figli di Winton” che vivono oggi in Repubblica Ceca.


Sir Nicholas Winton

Winton fu nominato Sir dalla regina Elisabetta nel 2002. La Repubblica Ceca gli ha conferito nel 2014 l’Ordine del Leone Bianco, e nel 2009 gli è stato dedicato un monumento alla Stazione centrale di Praga. Sempre la Repubblica Ceca ha proposto il nome di Winton più volte come candidato al Nobel per la Pace, l’ultima nel 2014 dopo una petizione firmata da 100mila persone.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

I due slovacchi hanno studiato a lungo le vicende storiche legate all’opera eroica di Nicholas Winton, fatti che non solo erano sconosciuti ai più, ma che anche lo stesso protagonista aveva a lungo tenuto per sé. Nel 1998 i due avevano organizzato un incontro a Praga tra Winton e i bambini ritrovati. Dieci anni prima la sua storia aveva fatto il giro del mondo quando la BBC lo invitò tra il pubblico a un programma e a sorpresa gli fece trovare i suoi ragazzi nello studio, sessant’anni dopo essere stati salvati. Qui si può leggere tutta la sua incredibile storia.

Il premio Raoul Wallenberg, diplomatico svedese e operatore umanitario che durante l’ultima guerra ha salvato decine di migliaia di ebrei dall’Ungheria, è stato conferito a personalità mondiali come il premio Nobel Elie Wiesel o il Dalai Lama.

(Red)


Foto in alto: Patrik Pašš, Jill Parry Blonsky della Fondazione Wallenberg e Matej Mináč 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.