Crolla l’import italiano di agnelli dalla Slovacchia

Gli italiani quest’anno hanno comprano meno agnelli dalla Slovacchia in vista della Pasqua. La produzione di agnelli in questo Paese è infatti in gran parte destinata alle cucine del centro Italia per le tavolata delle festività pasquali. Ma quest’anno la quantità di agnelli esportati verso il Belpaese è crollato del 30%: dai 12.000 animali del 2015 si è scesi agli 8.500 di quest’anno.

Dietro al calo degli acquisti ci sarebbe un minore interesse nei piatti della cucina tradizionale da parte delle giovani generazioni di italiani, ha detto a cas.sk il proprietario italiano del mattatoio di Sabinov. Ma secondo gli allevatori slovacchi la ragione è da ricercarsi anche nell’offerta più economica dei produttori della Romania, dove i contadini vendono gli animali a 1 euro al chilo di peso vivo, mentre gli agnelli slovacchi sono ceduti a 2 euro e 50.

(Red)


Foto Andrea Schwartz cc-by-nc-sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.