Ministero Agricoltura propone sussidi per case in legno e a basso consumo energetico

Il ministero slovacco dell’Agricoltura e Sviluppo rurale sta preparando una normativa per introdurre un sostegno sistematico a favore della costruzione di case a basso consumo energetico e case che utilizzano il legno di produzione nazionale. «Non ogni casa deve necessariamente essere fatta di mattoni o cemento», ha detto la ministra Gabriela Matecna presentando l’iniziativa, ma «il legno che cresce in Slovacchia deve anche essere utilizzato in Slovacchia». In questo modo, secondo la ministra, si crea un circolo virtuoso che crea pure occupazione e valore aggiunto al PIL nazionale senza importare nulla dall’estero.

Il sostegno alle case a basso consumo energetico e alle case in legno contribuirà a una una vita sana e a una maggior qualità degli alloggi dei cittadini slovacchi riducendo inoltre le necessità energetiche, e dunque i sussidi per l’edilizia abitativa, e vanno a vantaggio della sostenibilità dell’ambiente nel Paese, ha detto Matecna. Meno energia si consuma, meno energia deve essere prodotta e meno risorse naturali vengono distrutte, è il ragionamento su cui si basa l’iniziativa, non dimenticando il risparmio per le famiglie.

Il contributo cui si sta pensando dovrebbe funzionare come quello già adottato per l’acquisto di autovetture elettriche o sull’implementazione di sistemi di isolamento termico delle case. I finanziamenti andranno a favore della costruzione di case in legno con certificazione delle prestazioni energetiche, certificato di conformità del controllo di produzione in fabbrica e certificazione energetica per la classe energetica “B” (edifici a basso consumo energetico), “A1” (casa passiva a bassissimo consumo energetico) e “A0” (consumo quasi nullo). La proposta dovrebbe essere pronta per il mese di aprile 2017.

(Red)


Foto Antranias/CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.