Kia Motors, mediatore propone aumento stipendi del 5,5%, ai lavoratori il voto sull’intesa

Un mediatore nominato dallo Stato ha proposto un aumento del 5,5% per gli stipendi degli operai della casa automobilistica Kia Motors nel 2017. Malgrado questo, scrive oggi Pravda, si potrebbe ancora verificare uno sciopero nella fabbrica. Il mediatore ha anche proposto aumenti del 3,5% per il personale amministrativo di Kia. Al momento non è certo che i rappresentanti dei lavoratori accetteranno le proposte. I sindacati chiedevano un 10% di aumento salariale per gli operai e il 7% per i colletti bianchi, guardano ai buoni risultati della fabbrica negli ultimi esercizi.

Il capo del sindacato della Kia Miroslav Chladek ha detto che saranno i dipendenti a scegliere se accettare o meno la proposta attraverso un questionario. Se dicono di sì, «accetteremo di firmare il contratto collettivo e concludere i negoziati per gli aumenti di stipendio di quest’anno», ha detto Chladek notando che se invece la proposta è rigettata la protesta subirà un’accelerazione si potrebbe arrivare allo sciopero. Le percentuali di aumento sono l’unico ostacolo all’accordo, perché tutti gli altri punti del contratto collettivo sono già stati concordati dalle parti.

Una situazione di stallo sul contratto collettivo si sta verificando anche alla Volkswagen dove i negoziati sono ancora congelati a causa di una controversia tra il sindacato OZ Kovo e il nuovo sindacato nato pochi mesi fa all’interno dell’azienda e al quale sono ora iscritti la maggior parte dei dipendenti.

(Red)


Foto kia.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.