L’economia della Slovacchia in leggero rallentamento a fine 2016

L’Istituto di Statistica slovacco ha rivisto la crescita dell’economia slovacca per l’ultimo trimestre dello scorso anno, indicando un lieve calo del ritmo, dal 3,1% al 3,0%. I dati aggiornati mostrano che l’aumento del PIL rispetto al trimestre precedente è stato pari allo 0,8%. La crescita per l’intero 2016 è rallentata dunque al 3,3%.

Principale spinta alla crescita rimane la forte domanda estera e una più forte crescita dei consumi delle famiglie. Sono invece calti in modo significativo gli investimenti previsti nel quarto trimestre con effetto negativo sugli investimenti pubblici, secondo un’analisi di UniCredit Bank. Continua tuttavia l’andamento positivo delle esportazioni che anche alla fine dello scorso anno ha continuato a migliorare grazie alla ripresa dei mercati europei dai quali l’economia slovacca dipende.

I principali rischi per il futuro dell’economia slovacca sono dati dalla situazione politica internazionale, soprattutto dalle elezioni parlamentari previste per quest’anno in Francia, Germania e forse Italia, dove l’eventuale vittoria di forze politiche anti-sistema che vogliono il protezionismo potrebbe ulteriormente destabilizzare l’Europa, dice l’analisi, e portare ad un deterioramento del clima di fiducia nell’economia europea con conseguente rallentamento delle prospettive di ripresa.

(Fonte RSI)


Foto stock-xchng/CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.