Andrej Danko in visita in Polonia, incontra tra gli altri Jaroslaw Kaczynski

Il presidente del Parlamento slovacco Andrej Danko si è recato in Polonia per una visita ufficiale che è iniziata simbolicamente domenica con l’incontro dei rappresentanti delle locali associazioni degli slovacchi, che hanno informato la seconda carica dello sTato dei problemi passati e presenti dei cittadini slovacchi che vivono in Polonia. Il segretario generale dell’Associazione Slovacca in Polonia Ludomir Molitoris ha denunciato lo stop da parte del governo polacco al finanziamento delle minoranze etniche. Danko si è detto fiducioso che la Polonia «saprà trovare il modo per consentire alla minoranza etnica slovacca in Polonia di mantenere le proprie tradizioni e cultura».

Lunedì Danko, con il suo omologo del Sejm del Parlamento polacco (la camera bassa) Marek Kuchcinsky, ha discusso di iniziative orientate all’avvicinamento dei parlamenti europei, sempre tuttavia tenendo distinta l’identità di ognuno di essi, e sottolineato la necessità di adottare su alcuni temi come la tutela del territorio, la protezione delle acque e la protezione delle aziende strategiche, un approccio comune con gli altri Paesi di Visegrad all’interno dell’UE.

Nel pomeriggio ha poi incontrato Jaroslaw Kaczynski, leader del partito polacco Diritto e Giustizia (PiS) che con le elezioni del 2015 ha ripreso il controllo di governo, presidenza della repubblica e dei due rami del parlamento, e il presidente Andrzej Duda. Secondo Danko il colloquio con Kaczynski è stato “di ispirazione”, e la Slovacchia ha «molto da imparare dalle riforme attualmente in corso in Polonia». Il nostro «orgoglio nazionale, la sovranità, la tutela dei nostri interessi nazionali e la posizione dello Stato sono tra le questioni che ci devono unire all’interno del Gruppo di Visegrad », ha detto Danko dopo l’incontro con Kaczynski.

Con Duda poi ha discusso delle riforme necessarie all’Europa e dei progetti infrastrutturali transfrontalieri e della cooperazione militare, annunciando che un incontro tra i due ministri della Difesa dovrebbe avvenire presto. Danko ha poi elogiato l’istituzione in Polonia di uno speciale corpo militare volontario per la protezione di specifiche regioni, in particolare sul confine orientale.

Oggi Danko dovrebbe partecipare a Varsavia a un incontro dei presidenti dei parlamenti nazionali dei paesi del gruppo di Visegrad (Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria).

(Red)


Foto www.nrsr.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.