Il presidente Kiska rifiuta di nuovo di firmare la “legge anti-islamici”

Il presidente Andrej Kiska ha deciso di non firmare – per la seconda volta – un emendamento alla legge sulle libertà religiose e lo status delle comunità religiose in Slovacchia. Il provvedimento, redatto dal Partito Nazionale Slovacco (SNS), membro della coalizione al governo, stabilisce che da marzo di quest’anno per la registrazione ufficiale di una chiesa o una comunità religiosa è necessario un numero minimo di 50.000 membri adulti con residenza in Slovacchia. La registrazione, che fino ad oggi era possibile per una organizzazione con 20.000 membri, dà diritto a certi benefici come sussidi governativi e il diritto ad aprire scuole proprie.

La normativa, tuttavia, entrerà comunque in vigore, dato che il Parlamento ha già cancellato il veto del presidente poche settimane fa. Obiettivo degli estensori della norma è ufficialmente la volontà di prevenire la registrazione speculativa di presunte comunità religiose al solo scopo di ottenere soldi dallo Stato. Ma il vero bersaglio di tale norma era, a dire di molti, la comunità musulmana, contro la quale si era espresso più volte il leader di SNS Andrej Danko, e lo stesso premier Robert Fico si era attirato gli strali dei socialisti europei per le sue affermazioni contrarie alla creazione in Slovacchia di «una comunità musulmana compatta». Oggi, tuttavia, i musulmani in Slovacchia sono in numero ben inferiore a quello necessario per trasformarla in una organizzazione ufficiale. Secondo diverse stime sarebbero tra i 2 e 5.000.

Kiska a suo tempo aveva obiettato che il testo dell’emendamento non dimostra in alcun modo l’esistenza di un reale rischio di aumento delle frodi nel sistema di registrazione di organizzazioni religiose. Aveva inoltre espresso significative preoccupazioni per una misura che interferisce in maniera sproporzionata sui diritti e libertà fondamentali dei cittadini, che dovrebbero essere garantiti sia dalla Costituzione che dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo.

(La Redazione)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.