Gioco d’azzardo, il consiglio comunale di Bratislava non approva il divieto

I consiglieri comunali di Bratislava non hanno approvato una direttiva che vieta tutti i 166 locali del gioco d’azzardo in città. Hanno scelto invece, scriveva Sme giovedì, di ignorare la petizione a favore di un divieto completo del gioco d’azzardo sul territorio comunale che è stata firmata da circa 140.000 residenti. L’iniziativa popolare, iniziata nel 2005, era stata sostenuta fin dall’inizio dal sindaco Ivo Nesrovnal, che dopo il voto si è detto “scioccato” dal comportamento dei consiglieri. Solo 24 su 41 hanno votato a favore della nuova regolamentazione, mentre era necessaria una maggioranza di due quinti. Il mese scorso il sindaco aveva avuto mandato dal consiglio per la preparazione della nuova regolamentazione.

Molte delle sale da gioco sono accusate di riciclare denaro e i sostenitori del divieto parlano quindi anche di corruzione. Gli oppositori della misura proibizionista, invece, sostengono che il bando avrebbe spinto i giocatori a frequentare le sale da gioco illegali, oltre che a privare il comune di un incasso annuo di 3,2 milioni di euro, su un bilancio complessivo di 340 milioni.

Gabor Grendel, membro del consiglio comunale, ha detto che l’aver ignorato il desiderio di un terzo dei cittadini significherà che alle prossime elezioni «la gente eleggerà altri rappresentanti che sono più radicali» di noi.

Diversi consiglieri sono contrari al bando totale, ma favorevoli a una regolamentazione più severa per l’apertura delle case da gioco. La legge attuale in materia, tuttavia, non permette alle amministrazioni locali di tenere la situazione sotto controllo, ma piuttosto di vietare o lasciare aperti questi locali. Il gioco d’azzardo è considerato essere fonte di dipendenza ed avere un alto costo sociale, con un impatto molto negativo sui bambini e le famiglie.

(Red)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.