Banska Bystrica, aggressione razziale in un bar contro uno straniero

Un uomo di Banska Bystrica di 31 anni è stato accusato formalmente da un investigatore dell’Agenzia penale nazionale (NAKA) per lesioni personali e disordini nel corso di una aggressione a un cittadino francese di 20 anni in un locale notturno cittadino. Il fatto si era verificato il 12 gennaio scorso, e la ragione indicata per l’accusa è che si è trattato di un attacco razziale, dovuto al colore della pelle della vittima.

Peter P. ha, secondo le testimonianze raccolte tra i presenti, colpito alla testa il giovane stranero senza alcuna provocazione con un boccale di vetro spesso, ferendolo nella zona temporale, sulla guancia e intorno alle labbra, urlando «zabijem ťa», ti ammazzo. Alcuni dei presenti si sono frapposti tra la vittima e l’aggressore, che ha continuato a imprecare in modo molto volgare. Il francese, che studia presso l’Università Matej Bel di Banska Bystrica, è stato medicato in ospedale e giudicato guaribile in 10-15 giorni.

Per l’imputato, che rischia una pena da uno a tre anni di carcere, il procuratore ha chiesto alla Corte specializzata di Banska Bystrica la custodia cautelare, sostenendo che rappresenta una minaccia per la comunità. Questo è il primo caso di reato di estremismoin cui si chiede la custodia cautelare, prevista da una nuova normativa appena entrata in vigore all’inizio dell’anno.

(Red)


Foto PaulCosmin/CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.