Kiska in visita in Kenya, primo paese destinatario di aiuti slovacchi allo sviluppo

Il Presidente slovacco Andrej Kiska è in Kenya per una visita di Stato, su invito del presidente Uhuru Kenyatta, con lo scopo di rafforzare la cooperazione bilaterale e valutare i risultati di oltre 20 anni di cooperazione allo sviluppo svolti con l’ausilio delle Ong slovacche. Il Kenya è stato dal 2004 il principale destinatario degli aiuti allo sviluppo provenienti dalla Slovacchia, e oltre 100 progetti di sviluppo sono stati sostenuti con risorse (più di 10 milioni di euro) e personale slovacco. E volontari dalla Slovacchia hanno cominciato a lavorare qui ancora prima di ricevere il sostegno governativo. Kiska era accompagnato nel viaggio dal segretario di Stato del ministero degli Esteri Lukas Pariziek e rappresentanti di organizzazioni non governative.

Incontrando il presidente Kenyatta e membri del governo locale, Kiska ha detto che «il Kenya è un pilastro stabile di questa parte dell’Africa», è impegnato «nella lotta internazionale contro il terrorismo», ed è «un perno di sviluppo economico» nella regione». «Diverse centinaia di volontari [slovacchi] hanno lavorato qui in progetti che hanno creato migliaia di nuovi posti di lavoro e procurato una occupazione a decine di migliaia di contadini», ha detto il presidente, e «con mia grande sorpresa», ha ammesso, «qui sono stati piantati oltre 200.000 alberi grazie alla Slovacchia e a progetti e slovacchi».

Sulla questione degli aiuti allo sviluppo il medico slovacco Vladimir Krcmery, che partecipa a diversi progetti in Kenya, ha elogiato l’impegno degli attivisti keniani, che hanno permesso agli operatori umanitari slovacchi di lasciare i progetti nelle mani affidabili dei locali.


Nairobi, capitale del Kenya

Sul piano economico, Kiska ha ammirato il fatto che l’85% delle persone hanno accesso a Internet in Kenya, e il paese dispone forse del miglior mobile banking nel mondo. Con Kenyatta ha discusso di commercio, investimenti, economia, istruzione, creazione di occupazione, sistema sanitario e lotta contro il terrorismo. Kenyatta ci ha tenuto a ricordare come il suo paese nel 1993 fu uno dei primi a riconoscere l’indipendenza della Repubblica Slovacca.

Nel viaggio di andata verso il Kenya il presidente slovacco ha fatto una fermata in Egitto per incontrare il ministro del Commercio e dell’Industria locale, con il quale sono state discusse possibilità di cooperazione reciproca e intensificazione di missioni d’imprese, questioni per le quali entrambi hanno mostrato grande interesse.

(Red)

Foto prezident.sk, Rod Waddington cc-by-sa

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.