Fed Cup: le amazzoni slovacche espugnano l’Italia

Piatto ricco ieri a Forlì per le ragazze slovacche del tennis che hanno sbaragliato la nazionale italiana con un risultato finale nel primo turno di Fed Cup World Group II chiuso sul 3-2, dopo una prima giornata che si era conclusa in pareggio. E questo malgrado l’assenza delle due giocatrici più titolate, Dominika Cibulkova e Jana Cepelova. Sulla terra rossa indoor del PalaGrassi di Forlì si è distinta in modo particolare per la qualità del suo gioco e la grinta l’esordiente in nazionale Rebecca Sramkova (20 anni), che non ha avuto remore a battere entrambe le avversarie, peraltro meglio titolate, nei due singolari che ha giocato. Un vero weekend perfetto per lei! Grazie a questa vittoria le slovacche avanzano alla partita di recupero del World Group I, che si terrà alla fine di aprile, e i sorteggi per conoscere la squadra avversaria si svolgono domani 14 febbraio.

Le azzurre, che in passato hanno regalato tante soddisfazioni ai tifosi, non riescono purtroppo a uscire dal loro momento difficile e ora rischiano di retrocedere ancora nella “serie C” della Davis femminile. Dalla sfida con la Slovacchia l’Italia esce sconfitta e dovrà disputare gli spareggi del 22-23 aprile per restare nel World Group II. Il nome dell’avversaria lo si conoscerà dopo il sorteggio dell’ITF.

Ieri sia Sara Errani (alle prese con un problema alla coscia destra) che Francesca Schiavone hanno perso i singolari contro, rispettivamente, Daniela Hantuchova e Rebecca Sramkova. L’Errani si è ritrovata di fronte a sorpresa Daniela Hantuchova, che non era in tabellone. I sorteggi avevano infatti indicato come prima giocatrice slovacca dei singolari Jana Cepelova, ma già al primo match sabato il capitano Matej Liptak aveva optato per Anna Karolina Schmiedlova. Nella giornata decisiva Liptak ha scelto la 33enne di Poprad, che ha vinto sei degli undici scontri diretti con l’azzurra Errani e questa volta le ha concesso solo due giochi in due set. Il match è partito subito male per i colori italiani, con la Errani che ha perso tre servizi consecutivi dal terzo al settimo game, rubando il servizio solo una volta all’avversaria che ha così potuto servire per il set e chiudere 6-2 ai vantaggi dopo che Errani le aveva annullato i primi due set-point.

Già sul 4-1 per Hantuchova nel primo set, l’Errani ha dovuto chiedere il medical time-out per i problemi alla coscia destra; ha continuato nonostante tutto a giocare, ma i suoi movimenti sono stati molto limitati per tutto il resto della partita. Nel secondo parziale la slovacca ha chiuso facilmente sul 6-0 concedendo una sola palla del contro-break nel secondo game.

Anche Francesca Schiavone ha cominciato in salita il suo match contro Rebecca Sramkova concedendo la prima palla-break già nel primo game e poi facendosi breakkare nel terzo, senza riuscire a recuperare lo svantaggio, anzi, aggravando la situazione nel settimo game, quando la slovacca ha messo a segno un altro break e poi è andata a servire per il set conquistandolo per 6-2.

Nel secondo set l’azzurra si è ritrovata subito a inseguire cedendo il servizio nel primo game. Sul 4-2 per la slovacca ha concesso un altro break, questa volta immediatamente recuperato, ma a nulla è servito il contro-break, perché Sramkova è andata a servire per il match e ha chiuso sul 6-4 in un’ora e un quarto di gioco.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Quando ormai i giochi erano fatti (sul punteggio complessivo 3-1) sono entrate in campo le due coppie per il doppio. Jasmine Paolini e Martina Trevisan hanno vinto la partita contro Anna Karolina Schmiedlova e Rebecca Sramkova, per il ritiro di quest’ultima. Le azzurre erano avanti 5-2 quando la slovacca ha deciso di lasciare il campo per un problema alla schiena. La sfida dunque si è conclusa sul 3-2 per la Slovacchia.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Insomma, scrive Stefano Semeraro su La Stampa, a mandare a casa le azzurre senza scuse sono state una soprendente ventenne e una quasi pre-pensionata di lusso, oggi caduta al 252esimo posto WTA. La capitana italiana, Tathiana Garbin, ha detto ai microfoni di SuperTennis che «speravamo che la Sramkova accusasse un po’ la tensione e invece ha giocato sempre ad occhi chiusi». E Rebecca, la stella del weekend, ha commentato: «Sì, è stato un grande weekend. Era il mio debutto e non mi aspettavo di risultare così decisiva. Sono molto contenta. I miei obiettivi per il 2017? Voglio stare in salute innanzitutto e poi non so, provare a entrare in top 60». Auguri!

A dare il benvenuto alle giocatrici slovacche a Forlì il console onorario per l’Emilia Romagna, Alvaro Ravaglioli:

Risultati della seconda giornata:
Hantuchova – Errani 6-4, 6-0
Sramkova – Schiavone 6-2, 6-4
Paolini/Trevisan – Schmiedlova/Sramkova – partita vinta dall’Italia per abbandono
Qui i risultati della prima giornata

(La Redazione, outdoorblog.it)

 


Foto stz.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.