Giorno della memoria, altri sette slovacchi ‘Giusti tra le Nazioni’

Mercoledì l’Ambasciatore di Israele in Slovacchia Zvi Aviner Vapni e il console Avital Gershon hanno conferito a sette altri cittadini slovacchi il titolo di ‘Giusto tra le Nazioni’ per l’eroismo dimostrato mettendo a rischio la propria vita per salvare ebrei durante la seconda guerra mondiale.

Il riconoscimento è stato conferito postumo ai discendenti di Filip e Anna Martisek, Ondrej e Helena Hazer, Frantisek e Gizela Svrbicky, e Katarina Pastorkova. Presenti alla cerimonia, che si è svolta nella vecchia sede del Parlamento su Župné námestie, diversi alti funzionari della Repubblica Slovacca, tra i quali il presidente slovacco Andrej Kiska, il capo del Parlamento Andrej Danko, il vice permier Peter Pellegrini, parlamentari e altri politici e rappresentanti di istituzioni.

Il riconoscimento di Giusto tra le Nazioni è stato conferito a quasi 570 slovacchi e 27.000 persone in tutto il mondo. Si tratta del più alto riconoscimento ai non ebrei da parte dello Stato di Israele e del Museo dell’Olocausto Yad Vashem per aver salvato gli ebrei durante la Shoah.

(Red)

.


Foto Thaler Tamas cc-by-sa
Foto David Shankbone cc-by-sa – Memoriale dello Yad Vashem

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.