Maggioranza slovacchi d’accordo con aiuti ai profughi solo nei casi più urgenti

immi_rifug_(Fotomovimiento-23224574096-cc-by-nc-nd)

L’Europa  dovrebbe aiutare i rifugiati già presenti nel continente solo nei casi più urgenti, credono la maggior parte degli slovacchi (52,5%) secondo un sondaggio condotto da TNS Slovakia per conto del Dipartimento di Sociologia dell’Accademia slovacca delle scienze (SAV) tra l’11 settembre e il 29 ottobre. Un quarto degli intervistati (il 24,6%) hanno dichiarato che l’Unione europea dovrebbero fornire aiuti ai rifugiati sono in misura limitata, quasi uno su cinque (il 18,7%) sostiene che non è il caso di dare alcun aiuto ai profughi. Solo l’1,1% del campione di slovacchi intervistati è a favore di un aiuto significativo e il 3,1% di loro sono indecisi.

La crisi migratoria, sebbene abbia toccato la Slovacchia in percentuali del tutto minime anche rispetto ai paesi vicini, continua ad essere fonte di preoccupazioni per la gente: il 41,4% è ‘leggermente preoccupato’, il 29,6% è abbastanza preoccupato e il 18,1% è estremamente preoccupato delle conseguenze dell’arrivo di profughi. Solo l’8,2% non è per nulla preoccupato e il 2,9% è indeciso.

Le cause di tale preoccupazione? Un aumento del tasso di criminalità (36,6%),  la non accettazione da parte dei rifugiati delle leggi e stile di vita nazionali (30,6%) e un maggior rischio di attentati terroristici e i costi dovuti alla gestione della crisi migratoria (quasi il 30% in entrambi i casi).

(Fonte Sita)

_
Foto Fotomovimiento cc-by-nc-nd

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.