Strasburgo, Fico firma con Juncker e Schulz prima dichiarazione congiunta interistituzionale UE

fico-juncker-schulz_europarlam_ec-europa-eu

Dare nuovo impulso all’occupazione, la crescita e gli investimenti; dedicare sforzi per migliorare la dimensione sociale dell’Unione europea; tutelare meglio la sicurezza dei cittadini UE; riformare la politica migratoria europea; portare a compimento il Mercato unico digitale e l’Unione energetica europea, insieme a una politica lungimirante sui cambiamenti climatici. Queste le priorità fissate per il 2017 in una dichiarazione congiunta siglata ieri al Parlamento europeo a Strasburgo che fissa le priorità legislative dell’UE per l’anno prossimo. In calce al documento sono state poste le firme del capo della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, del presidente dell’Europarlamento Martin Schultz e del primo ministro slovacco Robert Fico in rappresentanza della presidenza slovacca del Consiglio UE. Nella dichiarazione vengono trattate diverse aree specifiche nelle quali si intendono unire gli sforzi delle tre istituzioni europee coinvolte per garantire progresso, lavoro più efficace e risultati migliori.

Questo documento interistituzionale è una novità assoluta, il primo accordo del genere nella storia dell’UE. «Si tratta di un momento storico», ha detto Fico, «per la prima volta viene firmata una dichiarazione comune relativa alle priorità legislative» dell’Unione europea. Il documento è rivolto ai cittadini dell’Unione, ed è ora compito dei politici mostrare alla gente risultati tangibili, ha aggiunto il premier slovacco secondo Tasr.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

La dichiarazione congiunta di oggi «rappresenta una nuova pietra miliare nel modo in cui l’UE può ottenere risultati migliori e più veloci per affrontare le sfide comuni. Possono esserci tre diverse istituzioni, ma c’è solo un progetto europeo per il quale lavoriamo, rappresentando gli interessi di tutti i cittadini dell’Unione europea», ha detto Juncker.

Il Consiglio UE, il Parlamento e la Commissione, che promettono di vegliare sull’implementazione della dichiarazione, nel 2017 intendono anche focalizzarsi sui valori comuni europei, sulla lotta all’evasione fiscale e sulla protezione del principio della libera circolazione, e rafforzare la stabilità, la sicurezza e la pace in Europa.

La firma è avvenuta nel corso di una assemblea plenaria del Parlamento europeo, in un’aula tuttavia quasi deserta. «È un momento importante, pertanto non capisco l’assenza degli eurodeputati in plenaria», ha detto il presidente della Commissione Juncker secondo quanto riporta l’Ansa. «Sono lieto che si giunga a questo accordo: è la prima prima volta che i presidenti delle tre istituzioni si sono riuniti per definire i nostri orientamenti comuni per il prossimo anno, un momento importante per il Parlamento europeo». Polemico il premier slovacco Fico: «Personalmente non ho bisogno della presenza degli eurodeputati in questo parlamento, ma sarebbe stato opportuno vederli qui».

(Red)

_

Foto © Etienne Ansotte /
European Union, 2016

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.