Sondaggio: Smer in calo, ma sempre primo davanti a SNS e SaS

fico-smer_strana-smer-sk

L’ultimo sondaggio di opinione dell’agenzia Focus, basato su 1008 interviste realizzate tra il 23-29 novembre, mostra una netta flessione nel sostegno del partito Smer-SD che guida la coalizione di governo, sceso al 23,3% (con 40 seggi sui 150 della camera unica), ben 5 punti percentuali in meno del 28,3% che i socialdemocratici hanno ottenuto alle elezioni del 5 marzo scorso. Un risultato che potrebbe essere stato influenzato dalle ultime notizie di potenziali scandali e ruberie al ministero degli Esteri, gestito dal candidato Smer Miroslav Lajcak, una personalità che fino ad oggi la stampa nazionale aveva sempre trattato piuttosto bene. Il calo è evidente se si considera che solo il mese scorso sempre Focus aveva dato ai socialdemocratici il 26,9% (mentre l’agenzia Ako era un po’ più generosa: 27,5%).

Il Partito Nazionale Slovacco (SNS) arriva secondo con il 13,7% e 23 seggi, seguito dal partito di opposizione Libertà e Solidarietà (SaS) al 13,6%, anch’esso con 23 deputati. La formazione di estrema destra Kotleba-Partito Popolare Nostra Slovacchia (LSNS) è quarta con l’8,8% e 15 poltrone, OLaNO-NOVA all’8,2% con 14 posti parlamentari, Siamo una Famiglia-Boris Kollar è al 7,9% con 13 seggi. Chiudono Most-Hid, membro ‘junior’ del governo che ottiene un 6,8% e 12 deputati, e i cristiano-democratici di  KDH, oggi fuori dal Parlamento, che riceverebbero il 5,9% dei voti per 10 posti in aula.

Rimangono fuori, non raggiungendo la soglia minima del 5%, il Partito della Comunità Ungherese (SMK), che riceve il 4,4%, #Siet  (Rete), all’1,2%, i comunisti di KSS all’1% e SDKU-DS oggi allo 0,8%.

(Red)

_
Foto strana-smer.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.