I vescovi slovacchi: la convenzione contro la violenza alle donne promuove l’ideologia di genere

ccee_vescovi-bratislava_(foto_tkkbs.sk)

I vescovi cattolici della Slovacchia si oppongono alla ratifica della Convenzione di Instanbul sulla prevenzione e lotta alla violenza contro le donne, in quanto il documento usa un linguaggio che riflette la cosiddetta “ideologia di genere”. L’arcivescovo Stanislav Zvolensky di Bratislava, capo della Conferenza episcopale slovacca (BKS) scrive in una nota che «Ogni forma di violenza commessa sulle donne è condannabile e assolutamente inammissibile», ma sono per noi inaccettabili anche «tutti i tentativi nascosti di sostenere simultaneamente anche altre questioni, come ad esempio l’ideologia di genere o l’insegnamento nelle scuole di ruoli e comportamenti non stereotipati». Alcune sezioni della convenzione, come l’affermazione che i bambini nascono “neutri”, senza un genere definito, sono «in contraddizione con l’esperienza umana e il senso comune». Zvolensky chiede dunque al governo slovacco di non ratificare il trattato.

La convenzione individua una serie di nuove tipologie di reato, quali le mutilazioni genitali femminili, il matrimonio forzato, gli atti persecutori (stalking), l’aborto forzato e la sterilizzazione forzata, e definisce la violenza contro le donne come una “manifestazione dei rapporti di forza storicamente diseguali tra i sessi”, ma rischia allo stesso tempo di «violare la libertà di educazione dei genitori e quella religiosa». Impegna infatti gli Stati contraenti a intraprendere azioni per includere nei programmi scolastici materiali didattici su temi quali la parità tra i sessi e i ruoli di genere non stereotipati. La convenzione avrebbe dunque un impatto negativo, ha detto mons. Zvolensky, sul lavoro delle organizzazioni e istituzioni che rifiutano l’ideologia di genere, come la Chiesa cattolica.

(Red)

_
Foto tkkbs.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.