Dai fondi norvegesi altri 113 milioni di euro per progetti della Slovacchia

fondinorvegesi_vinceb

Il ministro degli Affari esteri ed Europei Miroslav Lajcak ha firmato ieri insieme ad Elisabeth Vik Aspaker, ministro norvegese per lo Spazio Economico Europeo (SEE) e per gli Affari europei un memorandum che concederà alla Slovacchia l’uso di 113 milioni di euro di fondi norvegesi fino al 2021. Le sovvenzioni da parte del SEE/Norvegia includono contributi provenienti dalla Norvegia, dall’Islanda e dal Liechtenstein. «Il denaro sarà utilizzato per sostenere le imprese e le innovazioni, combattere il cambiamento climatico, preservare il patrimonio culturale, combattere la violenza di genere, sostenere lo sviluppo locale e l’inclusione dei rom nonché la trasparenza del sistema giudiziario. Una significativa porzione dei contributi andrà a sostegno della società civile», ha detto il ministro Lajcak.

La Slovacchia gode di questi fondi dal 2004, quando è entrata nell’Unione europea, e questo è per il paese il terzo periodo di programmazione che le permette di farne uso. Fino ad ora, nei due precedenti periodi sono stati sostenuti oltre 500 progetti per un valore complessivo di  150 milioni di euro, e il governo slovacco ha partecipato con una quota del 15% dei costi dei progetti.

Tra le altre cose, i fondi norvegesi sono stati sfruttati per i lavori di restauro del Castello di Devin, alle porte di Bratislava, il Teatro di Stato di Kosice e l’edificio Reduta di Bratislava, che è poi stato quest’anno la sede principale degli eventi della presidenza slovacca del Consiglio dell’Unione europea.

(Red)

_
Foto VinceB cc-by-sa

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.