ZOCR: i rivenditori sono d’accordo per la chiusura dei negozi nei giorni festivi

vendi-retail_(markusspiske-CC0@pix-606993) commer

L’Associazione Slovacca del Commercio e del Turismo (ZOCR) ritiene che i punti vendita al dettaglio e all’ingrosso dovrebbero chiudere nei giorni festivi. L’ente chiede una conseguente modifica legislativa che modificherebbe l’orario di apertura dei negozi. Oggi in Slovacchia ci sono 15 giorni festivi, che valgono per tutti i lavoratori dipendenti, tranne quelli dei dei settori del commercio, all’ingrosso e al dettaglio. La legge oggi prevede solo 3 giorni e mezzo di chiusura, a Natale, Pasqua e Capodanno per tali esercizi .

Il presidente di ZOCR Pavol Konstiak in una conferenza stampa riportata da Tasr ha espresso il disagio del settore, dove nessun negozio o catena commerciale di una certa grandezza può permettersi di restare chiuso un giorno in più a causa della necessità di competere con la concorrenza. «Se un concorrente apre il punto vendita, il suo rivale deve fare lo stesso», ha detto. Stiamo parlando, ha specificato Kostiak, di negozi, e non di aeroporti, stazioni o stazioni di servizio», che operano tutti i giorni dell’anno.

L’unico modo per imporre la chiusura anche alle catene straniere, che secondo Konstiak hanno vedute diverse sulla questione, è una modifica legislativa apposita.

Gli Stati membri dell’UE hanno in media 12 giorni festivi, tre in meno della Slovacchia. Della questione si sta discutendo in questo periodo anche in Repubblica Ceca, dove una nuova legge impone la chiusura obbligata dei negozi otto giorni all’anno, contro la volontà degli esercenti che non vogliono adeguarsi.

(La Redazione)

_
Foto markusspiske/CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.