Peter Sagan insaziabile: suoi anche gli Europei di ciclismo su strada

sagan_ronancaroff-nc-sa

Domenica 18 settembre 2016 la prova dei professionisti agli Europei di Ciclismo su strada, che si sono svolti a Plumelec, in Francia, è stata vinta in volata dal campione del mondo in carica Peter Sagan davanti al francese Julian Alaphilippe e allo spagnolo Dani Moreno. Lo slovacco ha beffato tutti nella prova in linea della prima edizione di questa manifestazione, su un circuito di 13,9 chilometri da farsi 17 volte per una distanza totale di 232 chilometri.

Un percorso da “classica” con pendenze e contropendenze che raggiungeranno l’apice con lo strappo della Côte de Cadoudal, 1,7 chilometri al 6,2% posto a ridosso del traguardo. Un tracciato che ben si adatta alle caratteristiche di Peter Sagan, grande favorito della corsa, con l’ulteriore motivazione di detenere, eventualmente, i due titoli di campione del mondo ed europeo.

La prima fuga della corsa si concretizzava già in avvio con quattro corridori – Lindeman (Paesi Bassi), Lang (Svizzera), Bratashchuk (Ucraina) e Raid (Estonia) – che arrivano a guadagnare oltre dieci minuti di vantaggio sul gruppo. Esaurita l’azione dei primi fuggitivi, la gara è tornata a vivacizzarsi a circa 50 km dal termine con la formazione di un ulteriore gruppo di 18, con gli italiani Aru e Vilella, ripreso a tre giri dalla conclusione dopo essere arrivato a un vantaggio massimo di 1 minuto.

Giro conclusivo non senza emozioni. Il primo a staccarsi è Moreno Moser che, con un buon incedere in discesa, arriva a +20″ dagli inseguitori, dal quale si stacca l’elvetico Frank subito ripreso. A 1,5 km dal traguardo parte Davide Vilella. L’azzurro raggiunge e supera il connazionale Moser ed è ancora avanti dopo lo striscione dell’ultimo km. Si volta Davide, e la sua fuga sembra avere buon fine con i componenti del gruppo che si studiano in attesa dell’affondo finale.

A 500 metri circa dal traguardo, Peter Sagan accelera, si alza sui pedali, lancia la volata lunga e per gli avversari è finita. Lo slovacco vince a braccia alzate e ha anche il tempo di voltarsi a osservare i rivali. La volata degli “altri” la vince Alaphilippe che conquista la medaglia d’argento. Terzo l’iberico Moreno. Nono il primo degli italiani, Diego Ulissi.

Con questo successo Sagan diventa, contemporaneamente, campione europeo e del mondo, in attesa dei Mondiali su strada di Doha, previsti il prossimo 16 ottobre.

(Red, fonte Outdoorblog.it cc-by-nc)

_
Foto: Peter e Juraj Sagan ieri in Francia
(Ronan Caroff cc-by-nc-sa)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.