Unicef: nel mondo 50 milioni di bambini in fuga

immig_(UNHCR_Zsuzsanna Gal)

Secondo un rapporto dell’Unicef pubblicato il 7 settembre e intitolato “SRADICATI: la crescente crisi dei bambini migranti e rifugiati” sono circa 50 milioni i bambini sradicati nel mondo e di questi 28 milioni sono costretti a fuggire dalle proprie case a causa di conflitti di cui non sono responsabili e altri milioni di bambini si spostano nella speranza di trovare un futuro migliore ed una vita più sicura.

“Immagini indelebili di singoli bambini – come il corpo riverso sulla spiaggia del piccolo bambino curdo Aylan affogato in mare o di Omran Daqneesh stordito e con il volto insanguinato mentre era seduto in un’ambulanza dopo che la sua casa era stata distrutta – hanno scioccato il mondo. […] Ma ogni immagine, ogni ragazzo o ragazza, rappresentano milioni di bambini in pericolo – per questo la nostra compassione per ogni singolo bambino che vediamo deve unirsi ad azioni concrete per tutti i bambini”

ha dichiarato il Direttore generale dell’UNICEF Anthony Lake. In Turchia risiedono oggi il maggior numero di rifugiati e molto probabilmente il numero più grande al mondo di bambini rifugiati, ma anche in Libano, l’Europa, la Repubblica Democratica del Congo, l’Etiopia e il Pakistan vivono situazioni di affollamento.

Secondo il rapporto 28 milioni di bambini hanno lasciato le proprie case a causa delle violenze e dei conflitti all’interno e all’esterno dei confini dei propri paesi e sono sempre di più i bambini che attraversano le frontiere da soli. Nel 2015 oltre 100.000 minorenni non accompagnati hanno richiesto asilo in 78 paesi – il triplo rispetto al 2014. I bambini non accompagnati sono tra quelli più esposti a rischi di sfruttamento e abuso, compresa tratta e traffico di esseri umani.

Altri 20 milioni di bambini migranti internazionali hanno lasciato le proprie case per diverse ragioni compresa la povertà estrema o violenze da parte di gang. Molti sono esposti al rischio di abuso e detenzione perché non hanno documenti, il loro status legale è incerto e non esiste un sistema di identificazione e monitoraggio del loro benessere.

Secondo Unicef i bambini rappresentano circa un terzo della popolazione globale ma circa la metà di tutti i rifugiati. Nel 2015, circa il 45% di tutti i bambini rifugiati sotto la protezione dell’UNHCR venivano dalla Siria e dall’Afghanistan.

(Fonte Blogo.it cc-by-nc)

_
Foto UNHCR/Zsuzsanna Gal

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.