Cento giorni alla Presidenza slovacca del Consiglio dell’UE

presiden_SK-UE_(foreign.gov.sk)

Mancano appena cento giorni dal momento in cui la Slovacchia assumerà per la prima volta la Presidenza del Consiglio dell’Unione europea, leggiamo dal sito del Ministero degli Affari esteri ed Europei slovacco [il countdown dei 100 giorni è iniziato il 21 marzo – ndr]. Il 1° luglio il Paese inizierà il suo semestre a capo di una delle tre principali istituzioni europee, dopo preparativi che sono durati quasi quattro anni.

Gestire il Consiglio dell’Unione europea significherà agire per conto di un mezzo miliardo di cittadini dei 28 paesi membri. I ministri, diplomatici ed esperti slovacchi saranno chiamati a condurre trattative congiunte e cercare il consenso su posizioni comuni. La Presidenza sarà l’occasione, dice il ministro degli Affari esteri ed Europei Miroslav Lajcak, «per mostrare la nostra maturità, la capacità di raggiungere compromessi e di mediare unendo i diversi interessi dei singoli paesi dell’UE».

Il semestre di presidenza è anche occasione per la presentazione della Slovacchia come Paese ricco di cultura e tradizioni, e allo stesso tempo membro moderno e dinamico dell’UE. Sarà anche di stimolo al dibattito interno sulle questioni europee.

Durante i sei mesi di Presidenza le istituzioni slovacche organizzeranno 200 eventi con oltre 20.000 ospiti, tra delegati delle altre nazioni UE e dai paesi partner, oltre che migliaia di giornalisti. Ad oggi, ha ricordato il ministro, il governo ha approvato 21 documenti chiave in connessione con la Presidenza, comprese le basi del programma. L’ultima grande operazione prima della finalizzazione della Presidenza saranno le priorità finali e la loro presentazione nel mese di giugno.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.