Firmato l’accordo di coalizione, nuovo esecutivo pronto ai blocchi di partenza

governo-smer-sas-most-siet_2

I leader del quartetto composto dai partiti Smer-SD, SNS, Most-Hid e #Siet, ovvero Robert Fico, Andrej Danko, Bela Bugar e Radoslav Prochazka, hanno firmato poco fa al Castello di Bratislava un accordo per la creazione di una coalizione di governo.

Ieri la direzione di Smer-SD aveva approvato la lista finale delle nomine del partito sia al governo che al parlamento, con Smer che avrà all’interno della coalizione un ruolo di estremo rilievo. È stato confermato il nome di Tomas Drucker, proveniente dalla direzione delle Poste Slovacche, a capo del ministero della Sanità, una poltrona scomoda che sarà di complessa gestione e che in passato è costata uno scandalo a Smer con le dimissioni di Zuzana Zvolenska poco più di un anno fa.

I socialdemocratici hanno anche definito l’elenco finale dei sottosegretari che saranno dislovati uno per ogni ministero. Alcuni dei nomi sono confermati nel posto già occupato, alcuni invece sono nuovi. Quello al ministero della Salute, tuttavia, non è stato ancora designato. Martin Glvac, già ministro della Difesa e capo della struttura del partito nella regione di Bratislava, sarà come detto ieri vice presidente del Parlamento, e anche capogruppo di Smer.

governo-coaliz_(smertv.sk)

Intanto il Partito Nazionale Slovacco (SNS) ha deciso ieri i tre nomi dei ministeri che si è intestato. Confermato alla Difesa Peter Gajdos, già generale di corpo d’armata, e nominati Gabriela Matecna (una candidatura tecnica, sembra) ad Agricoltura e Sviluppo rurale, e Peter Plavcan al ministero dell’Istruzione, Scienza, Ricerca e Sport anziché Helena Poláková come si pensava.

Smer avrà nel nuovo governo nove incarichi, tra cui sette ministeri e i posti di primo ministro e di vice per gli investimenti. A SNS toccano tre ministeri, due a Most-Hid e uno a #Siet, che ha avuto qualche problema a fare la sua nomina per gli abbandoni di alcuni deputati che hanno indebolito la coalizione e impediscono al partito di costituire un suo gruppo parlamentare.

Quanto alle commissioni parlamentari, undici delle quali andranno, come avevamo scritto, alla coalizione e le altre otto all’opposizione, i negoziati di ieri hanno suddiviso le sedie dell’opposizione tra soli tre partiti: tre presidenze di commissione andranno a SaS, tre a OLaNO, e due a Sme Rodina. Mentre al partito di estrema destra LSNS (8% dei voti e 14 seggi) sono state riservate sei poltrone di vice presidente, inclusa la commissione Esteri, cosa curiosa per un partito che chiede l’uscita della Slovacchia sia dalla UE che dalla Nato.

Oggi alle 18 l’ultima seduta del governo uscente. Mentre domani si riunirà per la prima volta il nuovo Parlamento, e si terrà la cerimonia del giuramento di ogni deputato sulla costituzione. Il gabinetto di Fico darà poi le dimissioni, e inizierà la procedura per la nomina del suo terzo governo.

Qui di seguito le nomine sicure.

Governo:

  • Primo ministro: Robert Fico (Smer-SD)
  • Vice primo ministro per gli Investimenti: Peter Pellegrini (Smer-SD)
  • Ministro degli Interni: Robert Kaliňák (Smer-SD)
    • Sottosegratari: Denisa Sakova (Smer-SD)
  • Ministro delle Finanze: Peter Kažimír (Smer-SD)
    • Sottosegretari Radko Kuruc (Smer-SD) e temporaneamente Ivan Lesay (Smer-SD)
  • Ministro degli Affari esteri ed Europei: Miroslav Lajčák (Smer-SD)
    • Sottosegretari: Ivan Korčok (Smer-SD)
  • Ministro dell’Economia: Peter Žiga (Smer-SD)
    • Sottosegretari: Vojtech Ferencz (Smer-SD) e Rastislav Chovanec (Smer-SD)
  • Ministro della Cultura: Marek Maďarič (Smer-SD)
    • Sottosegretari: Ivan Sečík (Smer-SD)
  • Ministro della Sanità: Tomáš Drucker (Smer-SD)
    • Sottosegretari:
  • Ministro del Lavoro, Affari sociali e Famiglia: Ján Richter (Smer-SD)
    • Sottosegretari: Branislav Ondrus (Smer-SD)
  • Ministro della Difesa: Peter Gajdoš (SNS)
    • Sottosegretari: Marian Salon (Smer-SD)
  • Ministro dell’Istruzione, Scienza, Ricerca e Sport: Peter Plavcan (SNS)
    • Sottosegretari: Erik Tomas (Smer-SD)
  • Ministro dell’Agricoltura e Sviluppo rurale: Gabriela Matecna (SNS)
    • Sottosegretari: Anton Stredak (Smer-SD)
  • Ministro della Giustizia: Lucia Žitňanská (Most-Hid)
    • Sottosegretari: Monika Jankovska (Smer-SD)
  • Ministro dell’Ambiente: László Solymos (Most-Hid)
    • Sottosegretari: Boris Susko (Smer-SD)
  • Ministro dei Trasporti, Costruzioni e Sviluppo regionale: Roman Brecely (#Siet)
    • Sottosegretari: Viktor Stromcek (Smer-SD)

Parlamento:

  • Presidente: Andrej Danko (SNS)
  • Vice presidente: Martin Glváč (Smer-SD)
  • Vice presidente: Bela Bugar (Most-Hid)
  • Vice presidente: Andrej Hnčiar (#Siet)
  • Vice presidente: Lucia Nicholsonova (SaS) per l’opposizione

Commissioni parlamentari (undici alla coalizione, otto all’opposizione)

Al quartetto di coalizione:

  • Costituzionale
  • Finanze e bilancio
  • Agricoltura e ambiente
  • Economico-sociale
  • Difesa e sicurezza (SNS)
  • Sanità (SNS)
  • Esteri
  • Istruzione
  • Cultura e media
  • Mandato e immunità
  • Affari europei

All’opposizione vanno:

  • Affari economici: Jana Kissova (SaS)
  • Pubblica amministrazione e sviluppo regionale: Boris Kollar (Sme Rodina)
  • Diritti umani e delle minoranze nazionali: Erika Jurinova (OLaNO-NOVA)
  • Conflitti di interesse dei funzionari di Stato: Martin Poliacik (SaS)
  • Vigilanza dell’Ufficio di Sicurezza Nazionale (NBU): Lubomir Galko (SaS)
  • Controllo dei servizi di Intelligence civile (SIS): Daniel Lipsic (OLaNO-NOVA)
  • Controllo dei servizi di Intelligence militare: Richard Vasecka (OLaNO-NOVA)
  • Revisione delle decisioni dell’NBU: Milan Krajniak (Sme Rodina)

(La Redazione)

__
Foto: sopra BS, sotto smertv.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.