Sei partiti dell’opposizione si impegnano a sostenere misure anti-corruzione

Parlamento-slov (nrsr.sk)

Sei partiti politici oggi all’opposizione – Most-Hid, Siet/Rete, OLaNO-NOVA, SaS, KDH e SMK – si sono impegnati con una dichiarazione comune a promuovere misure di lotta alla corruzione attraverso l’iniziativa ‘Tintinnìo per il cambiamento’ dopo le elezioni parlamentari di questo sabato [il tintinnìo a cui si fa riferimento è il rumore dei mazzi di chiavi sbattuti dalla folla in protesta durante la Rivoluzione di velluto del 1989 – ndr].

I rappresentanti dei partiti di cui sopra, tutti con possibilità concrete di ottenere voti sufficienti a superare la soglia di sbarramento del 5% e quindi ottenere seggi in Parlamento, hanno sottolineato che avrebbero favorito l’iniziativa che include 22 misure anti-corruzione in materia di polizia, controllo degli affari pubblici, magistratura, responsabilità dei tribunali, rafforzamento delle funzioni della Corte dei Conti (NKU) e pubblicazione dei proprietari delle società di comodo, tra gli altri.

I partiti saranno chiamati a inserire tali misure nel loro programma di governo – ovviamente se riusciranno a formarne uno in grado di avere una maggioranza. Ma anche se i partiti in oggetto non dovessero andare al potere, ci si aspetta che facciano il possibile per spingere tali misure attraverso il Parlamento.

L’iniziativa “Tintinnìo per il cambiamento” è stata lanciata lo scorso novembre da diverse organizzazioni (Slovak Governance Institute, Fondazione Pontis, Fondazione Stop alla Corruzione e la ong Via Iuris), che si dicono pronte ad assistere i partiti a elaborare e presentare le singole proposte legislative.

(Red)

Foto nrsr.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.