Chi governa il mondo

democrazia-rivoluzione(propagandatimes-5957133386@flickr-CC)

Mai come in questi giorni di concitate trattative tra il governo greco e l’Eurogruppo possono tornare alla mente le parole della poesia dello studente Dobranski, lo scrittore-partigiano polacco tratteggiato da Romain Gary nel suo celebre romanzo di esordio “Educazione europea”. “Che l’ultimo stato sovrano crolli ai colpi dei patrioti europei, si spenga nel mondo l’eco dell’ultimo canto nazionale, e l’Europa finalmente si erga e cammini”: questo il sogno che sembra alimentare ogni riga delle pagine animate da un gruppetto di partigiani che si nasconde ai nazisti nei pertugi offerti dalla foresta e proprio dinanzi agli avvenimenti della guerra scopre la necessità di fortificare il sentimento della solidarietà europea. Un messaggio meno semplicistico di come appaia in queste riduttive righe di sinossi e più che mai attuale in un momento in cui la necessità e la gestione delle organizzazioni internazionali sembrano essere tema di comune riflessione pubblica. Non solo in Europa e non solo in relazione all’Unione Europea.

Le organizzazioni internazionali nascono nella seconda metà dell’800 come forme istituzionalizzate di cooperazione tra gli Stati per il raggiungimento di interessi o per la soluzione di problemi comuni:

Leggi il resto su Unimondo.org.

___
Foto propagandatimes CC-BY

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.