Cyklokoalicia: Slovacchia più rigida di Olanda e Danimarca. Basta obbligo del casco per i ciclisti

bicicletta (foto_tiagoafpereira@flickr)

Mentre il Ministero dell’Interno sta pensando di rendere più rigide le regole sull’obbligo del casco per i ciclisti, estendendolo ai bambini trasportati in bici da un adulto, l’associazione civica Cyklokoalicia chiede invece che l’obbligo sia completamente rimosso. Introdotto sei anni fa, il dovere di indossare il casco sulle strade fuori dai centri abitati non ha avuto l’effetto sperato di portare a un calo deciso degli infortuni, ma piuttosto ha fatto desistere la gente dall’uso della bicicletta. Per questo Cyklokoalicia sta cercando di fare pressione per riportare le cose come erano prima, lasciando gli stessi ciclisti liberi di decidere se usare o meno le protezioni.

Sono soltanto due i paesi nel mondo (Australia e Nuova Zelanda) che obbligano i ciclisti ad indossare il caso ovunque, mentre in 6 paesi dell’UE il casco va indossato solo in certe situazioni. Ma i paesi europei più noti per l’alto numero di ciclisti – come Paesi Bassi e Danimarca – non prevedono l’obbligo dei caschi, eppure vantano i tassi più bassi di incidenti che coinvolgono biciclette.

(Red)

___
Foto tiagoafpereira CC-BY-NC 2.0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.