L’inglese mediocre degli italiani

Il testo scritto da Matteo Renzi sul libro degli ospiti della Casa Bianca: «With all the friendship of ITALIAN people and ITALIAN goverment. Thank you for this opportunty to underline our strategic bond with United States». Per questo il Premier italiano è stato crocifisso dai media del Belpaese. Ma in quanti dei politici nostrani avrebbero saputo fare di meglio?… Il commento di Licia Corbolante, linguista e traduttrice.

ren_(palazzochigi CC-BY-NC-SA)

È stato dato parecchio rilievo alla “n” mancante dalla parola “government” nel testo scritto da Matteo Renzi sul libro degli ospiti della Casa Bianca, con titoli come “Renzi bocciato in inglese” o “Errore da matita rossa” e numerose condivisioni sui social media.

I censori si sono scandalizzati per una svista ortografica che non pregiudica la comprensione (riprova: non si sono accorti di opportunty al posto di opportunity), ma non hanno rilevato un errore più grave e ripetuto, la mancanza di tre articoli determinativi qui essenziali (esempio: of Italian people fa pensare a un numero vago di “persone italiane”, mentre “del popolo italiano” si dice of the Italian people).

Lingue straniere: forma e comunicazione

Questa reazione mi pare sintomatica di come si affrontano le lingue straniere in Italia: molta importanza alla forma e alle regole ben codificate, come quelle ortografiche, e poca attenzione all’aspetto comunicazionale.

Ne ha discusso Pili pop (vedi Perché gli italiani non parlano l’inglese?), con un confronto tra l’apprendimento dell’inglese in Danimarca, che vanta la migliore conoscenza dell’inglese in Europa, e in Italia, che invece si classifica ventesima su 24 paesi.

Metodi di insegnamento

L’articolo evidenzia metodi pedagogici diversi, che in Italia privilegiano l’insegnamento della grammatica a scapito della comunicazione orale. È anche la mia esperienza scolastica (solo grammatica e letteratura!), confermata da quella dei ragazzi che accompagnavo in vacanza studio in Inghilterra, ma è passato qualche anno e immagino che intanto i metodi di insegnamento e i contenuti siano stati aggiornati.

Continua la lettura su Terminologiaetc.it.

Foto PalazzoChigi CC-BY-NC-SA 2.0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.