Incostituzionali le azioni di Gasparovic sull’elezione del Procuratore generale

ivan gasparovic (prezident-sk)

Il senato della Corte Costituzionale ha annullato giovedì la decisione dell’ex Presidente slovacco Ivan Gašparovič del dicembre 2012, quando il capo dello Stato non nominò Jozef Centes a Procuratore generale. La decisione di Gašparovič, dice il verdetto, violò i diritti fondamentali di Jozef Centes che fu eletto dal Parlamento nel giugno 2011 ma non ebbe la possibilità di prendere l’incarico per l’opposizione di Gašparovič. A Centes è stato anche assegnato un risarcimento di 60mila euro.

Gašparovič ha detto domenica in un programma di discussione politica di essere rammaricato dal fatto che il caso sia stato politicizzato. La Corte Costituzionale, ha detto, «non si è pronunciata in linea con la Costituzione, la legge e le altre norme, ma ha deciso per un verdetto politico». L’ex presidente ha detto che non sa ancora se farà uso della facoltà di appellarsi contro la sentenza alla Corte di giustizia europea. Era stato Jozef Centes a rivolgersi alla Corte Costituzionale all’inizio del 2013 per vedersi riconosciuto il suo diritto alla nomina.

(Red)

Foto prezident.sk

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.