A giudizio la gang Pitovci: 16 anni di carcere al capobanda Ondrejcak

Corte-Suprema

La Corte Suprema ha condannato il capo della gang criminale Pitovci, Juraj Ondrejcak, a 16 anni di carcere, riducendo l’originale condanna di 18 anni. La Corte Suprema ha ridotto anche le pene degli altri membri del gruppo rispetto alla sentenza emessa nel maggio scorso dalla Corte Penale Specializzata in Pezinok. Due anni in meno a Igor Dvorsky (22 anni di galera la nuova pena), attivo nella zona di Stupava, Adam Stefunko attivo a Trnava e Hlohovec (22), Miroslav Abraham (21), e Matej Bariciak (21).

La banda, con base nel quartiere Lamac di Bratislava, era maestra nel traffico di droga e nel racket. I suoi membri erano noti per indossare abiti dei marchi Thor Steinar o Alpha Industries.

Al braccio destro di Ondrejcak, Matej Salaga, solo 7 anni, confermati, come i 5 anni a Andrej Ocenas. Un anno e mezzo in meno a Ladislav Antal e Tomas Kralik, condannati a 3,5 e 4,5 anni di carcere, e a Martin Paduch (10,5 anni). Un anno in meno a Peter Bolla (7). Thomas Bielovic è il più sfortunato del gruppo: a lui la pena è stata invece aumentata (di sei mesi) e ora passerà in prigione 6 anni. Miroslav Cisar sarà dietro le sbarre solo 32 mesi anziché 5 anni. Per Ondrejcak, Abraham, Bariciak, Paduch, Dvorsky, Stefunko e Bielovic oltre al carcere c’è la confisca dei beni. I verdetti sono inappellabili.

Ondrejcak era detenuto dal novembre 2011, insieme ad altri membri della banda, quando fu arrestato nella più grande azione di polizia nella storia della Slovacchia. Il processo era iniziato nell’agosto 2013 con la lettura delle 28 pagine di denuncia. Nel complesso, 18 uomini sono stati accusati di 19 reati.

(Fonti varie)

Foto: Corte-Suprema

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.