Dieci anni dalla “tempesta perfetta”: ancora enormi i danni ai boschi degli Alti Tatra

alti-tatra_tempesta2004_(Foto_forestportal.sk)

Ieri cadeva il decimo anniversario dalla data infausta del 19 novembre 2004, quando una bufera estremamente violenta colpì le montagne slovacche, radendo al suolo 126 milioni di metri quadrati di bosco e sradicando alberi per ben 3 milioni di metri cubi di legno sulle pendici degli Alti Tatra. Si è trattato della più grave calamità di questo genere in Slovacchia, e ancora oggi si possono vedere chiaramente gli effetti delle rabbiose raffiche di vento che si abbatterono allora sulla vegetazione.

Alti Tatra, dopo la bufera di vento del 2004 (foto_tvnoviny.sk)

Non si può vincere la lotta con la natura: ci si può soltanto adattare, ha detto ieri il capo dell’Amministrazione del Parco Nazionale degli Alti Tatra (Tanap) Pavol Majko ricordando la tempesta di vento di dieci anni fa. Il reupero boschivo è stato in questi anni fortemente ostacolato dal proliferare del bostrico, un parassita della corteccia, grande problema soprattutto nelle aree con il più alto livello di protezione forestale, dove la legge vieta la rimozione e la lavorazione del legno colpito dalla calamità. Negli ultimi 10 anni il bostrico ha distrutto alberi per una superficie superiore a 70 milioni di metri quadrati.

Nella zona a protezione inferiore, invece, con la rimozione degli alberi malati si è riusciti a salvare buona parte dei boschi, rinforzandoli poi con nuove varietà di piante, soprattutto larici e pini che possono resistere meglio al forte vento.

(Red)

Foto: gli Alti Tatra dopo la tempesa di vento del 19.11.2004 (forestportal.sk e tvnoviny.sk)

1 Trackback / Pingback

  1. Forestali News Rischiano di scomparire le foreste sui monti Alti Tatra in Slovacchia ! - Forestali News

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.