Uefa: Slovan e Sparta Praga multati per gli scontri. Risparmiato il Pasienky

slovan-sparta_23102014_(foto_FPizzigallo)

Il Pasienky è salvo, la tasche societarie un po’ meno. È arrivato nel tardo pomeriggio di oggi (ieri per chi legge, ndr) l’atteso verdetto della Commissione disciplinare Uefa, chiamata ad esprimersi sugli scontri tra tifosi che, giovedì scorso, avevano portato alla sospensione per 40 minuti del match di Europa League tra Slovan Bratislava e Sparta Praga. Come previsto, il club slovacco è stato punito, per le intemperanze dei propri sostenitori ma anche, e soprattutto, per le carenze in termini di organizzazione. La multa è di 50mila euro, ma è stato scongiurato il rischio di giocare a porte chiuse o di dover emigrare in un altro stadio per le partite di Coppa.

Peggio è andata ai cechi, che dovranno pagare ben 80mila euro. Per loro anche una partita a porte chiuse. Ma questa punizione è stata ”differita”, con un probation period di due anni. In altri termini: se nei prossimi 24 mesi i sostenitori praghesi causeranno altri disordini, l’obbligo di giocare una gara senza pubblico diventerà effettivo.

«La multa non è poca cosa – ha commentato il direttore generale dello Slovan, Dusan Tittel – ma sono contento perchè abbiamo evitato la chiusura del nostro stadio. Peccato, visto che a provocare gli incidenti sono stati i tifosi ospiti, come indicato nella sua relazione di valutazione dal delegato Uefa presente alla partita. In ogni caso, rispettiamo la punizione e speriamo bene per la partita di ritorno (giovedi prossimo, ndr). Abbiamo chiesto mille biglietti per i nostri tifosi. Credo che dal punto di vista organizzativo non dovrebbe essere un problema».

Intanto la vittoria di domenica a Ruzomberok, arrivata dopo una lunga serie di scivoloni tra campionato ed Europa League, si è rivelata fuoco di paglia per lo Slovan, che mercoledì è tornato a perdere malamente: 4-0 a Trnava.

(Francesco Pizzigallo)

Foto Francesco Pizzigallo

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.