100 giorni di felicità e la bellezza dell’italiano – XIV Settimana della Lingua Italiana in Slovacchia

settimanalingua2014

La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo, giunta alla XIV edizione, inizierà il 20 ottobre ed avrà come tema “Scrivere la nuova Europa: editoria italiana, autori e lettori nell’era digitale”, il motivo scelto questo anno dalla Farnesina intende valorizzare il ruolo del libro, nelle sue molteplici connotazioni (dal cartaceo al digitale) e la sua importanza nello sviluppo del concetto di identità culturale europea. Se ci pensiamo tale evoluzione è andata di pari passo con il progresso tecnico del libro, dall’invenzione della stampa, alla sua espansione in parallelo con la crescita della società civile europea fino al contesto odierno, caratterizzato dall’uso di reti telematiche “globali” e dalla crescente affermazione di nuovi supporti digitali.

Nella precedente edizione sono state organizzate ben 1200 iniziative da 153 sedi – Istituti Italiani di Cultura, Consolati e Ambasciate – in 102 Paesi.

In Slovacchia, anche questo anno, il programma sarà ricco e spazierà in vari campi, si parte con le Giornate a porte aperte dell’Istituto Italiano di Cultura che oltre alle lezioni dimostrative di italiano, per tutti i livelli, darà la possibilità di visitare la biblioteca che ha aderito alla 3. edizione di Bibliopride, la giornata internazionale delle biblioteche.

Uno degli ospiti di maggior rilievo della Settimana sarà Fausto Brizzi, regista, sceneggiatore e produttore cinematografico nato a Roma nel 1968; tra i suoi maggiori successi come regista si ricordano “Notte prima degli esami” (2006), “Ex” (2009, Nastro d’argento come miglior commedia), “Maschi contro femmine” (2010) e il seguito “Femmine contro maschi” (2011). Il 22 ottobre presso la libreria Martinus, nel centro di Bratislava, si terrà la presentazione della traduzione in slovacco del suo ultimo romanzo “Cento giorni di felicità” pubblicato in questo mese da Fortuna Libri editore.

Altra protagonista di eccezione sarà Michela Murgia, scrittrice nata a Cabras, in Sardegna, nel 1972 la quale si recherà a Bratislava per il lancio della traduzione in slovacco del romanzo “Accabadora” (ad opera di Miroslava Vallová), in uscita per i tipi di Slovart. Di lei ricordiamo “Il mondo deve sapere. Romanzo tragicomico di una telefonista precaria” pubblicato nel 2006 per Isbn, un romanzo che ha ispirato il film di Paolo Virzì „Tutta la vita davanti“ e l’adattamento teatrale di David Emmer interpretato da Teresa Saponangelo. Nel 2008 è uscita per Einaudi la sua guida narrativa “Viaggio in Sardegna, undici percorsi nell’isola che non si vede”, che offre suggestioni sconosciute alle guide per turisti. Nel 2009 con Einaudi ha pubblicato il romanzo “Accabadora” che ha vinto i premi Dessì, Super Mondello e Campiello. Nel 2011 ha pubblicato il saggio teologico “Ave Mary. E la Chiesa inventò la donna”.

Altro evento dedicato al tema della Settimana sarà il seminario di aggiornamento per insegnanti di lingua italiana come lingua straniera operanti in Slovacchia, dal titolo “Il web per insegnare l’italiano. Strumenti e risorse on-line” tenuto dal prof. Fabrizio Ruggeri. Fabrizio Ruggeri, affermato professore d’italiano come lingua straniera e formatore di docenti, ha lavorato in Italia, Inghilterra, Spagna e Olanda. Attualmente collabora con l’Università Complutense di Madrid, la più grande università spagnola presso la quale si occupa anche della formazione di oltre 100 addetti che insegnano in 15 diverse lingue.

Altri momenti legati al tema di questo anno si avranno presso l’Università Cattolica di Ružomberok con l’incontro con Antonio M. Socciarelli, direttore della casa editrice Kirke di Avezzano e la conferenza della prof. ssa Rosangela Libertini su „Galileo Galilei e gli Elzeviri: un rapporto tormentato“, mentre presso il Liceo Saru di Bratislava il prof. Matteo Verga terrà una conferenza dal titolo “La biblioteca come mappa della memoria: il Nome della Rosa”.

Domenica 26 ottobre presso la Filarmonica slovacca Luisa Sello, flautista eclettica ed innovativa, allieva di Severino Gazzelloni suonerà, insieme all’Orchestra Bohdan Warchal, composizioni di Stamic, Donizetti e Mozart. Luisa Sello dopo la collaborazione con l’Orchestra della Scala di Milano, diretta da Riccardo Muti, ha intrapreso un’intensa attività solistica in Europa, Estremo Oriente, Stati Uniti e Sud America, ospite di orchestre quali Wiener Symphoniker Concert Verein, Salzburger Kammerorchester, Miami Great Symphony Orchestra, I Virtuosi italiani. Ha suonato inoltre con Alirio Diaz, Trevor Pinnock, il Nuovo Quartetto Italiano e il Jess Trio Wien.

La Settimana si concluderà con l’inaugurazione della prima mostra sugli Etruschi organizzata in Slovacchia che vede esposti oltre 80 importanti reperti, provenienti dal Museo Archeologico Nazionale dell’Umbria che testimoniano pienamente la grandezza di questo popolo misterioso. Questa eccezionale mostra che sarà visibile al pubblico dal 31 ottobre al 29 marzo 2015, presso il Castello di Bratislava, rappresenta il frutto di una intensa collaborazione fra l’Istituto Italiano di Cultura e il Museo Nazionale Slovacco e fra le città di Bratislava e di Perugia.

La XIV edizione della Settimana della lingua si svolge nell’ambito del Semestre di Presidenza italiana del Consiglio dell‘Unione Europea con la collaborazione del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale italiano, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana.

Antonia Grande e Marco Gerbi – Istituto Italiano di Cultura di Bratislava

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.