Il Presidente Kiska nomina la Švecová a capo della Corte Suprema

Corte-Suprema

Il Presidente Andrej Kiska ha nominato la scorsa settimana, di ritorno dal suo viaggio in Usa, Daniela Švecová come presidente della Corte Suprema. Una nomina che Kiska, considerando il sesso della nominata, ha detto essere “straordinaria” non solo per la Corte Suprema, ma anche per l’intera magistratura e tutta la Slovacchia. La nomina della Švecová, si è augurato Kiska, fa sperare che un periodo è giunto al termine, e che magistratura e Corte Suprema possano di nuovo riguadagnare la fiducia della gente dopo essere state a lungo criticate.

“Dovrò familiarizzare con l’ordine del giorno prima, poi saprò che cosa fare”, ha detto Švecová quando gli viene chiesto da un giornalista che cosa farà prima nel post. Ha detto che non è stato in ufficio fino ad ora.

La nomina della Švecová, che è stata eletta dal Consiglio giudiziario il 16 settembre, è stata contestata dall’ex presidente della Corte Stefan Harabin, che sostiene la raccolta di un minor numero di schede alle elezioni rispetto a quelle distribuite al Consiglio giudiziario. Harabin si è rivolto alla Procura Generale, che ha detto che esaminerà la questione. Il PG delegato Peter Sufliarsky interrogherà il capo del Consiglio giudiziario Jana Bajankova, anche lei fresca di nomina, che ha già detto che l’elezione della Švecová è avvenuta in linea con l’ordinamento giuridico slovacco. Del resto nessuno dei membri del Consiglio e dei candidati ha sollevato obiezioni.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.