100 anni dalla Grande Guerra. 12 settembre 1914: la Marna, fine della guerra-lampo

francesi-assalto-guerra-marna_(wikimedia) grande guerra

La battaglia della Marna, o meglio, la prima battaglia della Marna, svoltasi in sette giorni, secondo molti storici costituisce l’ultima grande battaglia svoltasi secondo le modalità tecniche e gli schemi strategici tipici delle guerre ottocentesche. Di lì a poco infatti, a Ypres, per la prima volta in maniera sistematica dopo la guerra di Crimea, si sarebbe fatto uso delle armi chimiche e la guerra si sarebbe trasformata rapidamente sia sul fronte orientale che su quello occidentale, in una guerra di posizione e di trincea.

Ciò che emerge dalle trattazioni in tema è un affresco da cui emergono grandi individualità su entrambi i fronti, ma ciò che ispira più riflessioni è il numero impressionante di uomini déployé, deployed, zum Einsazt kommen, in breve “mobilitati” (nelle tre lingue ufficiali delle nazioni coinvolte). Centinaia di migliaia di uomini concentrati in un area geografica sostanzialmente limitata come quella compresa tra le paludi di Gond, il fiume Marna, Ourq, Aisne, Mosella, Grand e Petit Morin. A un soffio da Parigi, difesa coraggiosamente dal generale Gallieni.

Continua la lettura su Rivistaeuropae.eu.

 

Foto: Francesi sulla Marna – Settembre 1914 (Wikimedia)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.