Gli slovacchi lasciano la Libia in fiamme, ad aiutarli l’ambasciata italiana

libia2011_(brqnetwork-5510802314)

Con l’intensificazione dei combattimenti in Libia tra le milizie nemiche, che nelle ultime settimane ha reso il paese molto pericoloso, il Ministero degli Affari esteri ed Europei della Slovacchia ha invitato tutti i connazionali che si trovano in quel paese a fare ritorno in patria.

Non essendo presente sul territorio libico alcuna rappresentanza ufficiale slovacca, sono altre ambasciate dell’UE a prendersi carico anche dei cittadini slovacchi che vogliono rientrare, dopo che sono stati interrotti tutti i voli di linea dalla capitale Tripoli. La delegazione diplomatica italiana questa settimana trasferirà fuori del paese un certo numero di slovacchi. Altri cittadini della Slovacchia sono rientrati il 31 luglio con un aereo da Tripoli messo a disposizione dalle autorità polacche.

A conoscenza del ministero, sono una ventina gli slovacchi che hanno residenza permanente in Libia.

L’Italia sta nel frattempo concludendo le operazioni di trasferimento dalla Libia degli italiani che ne hanno fatto richiesta. Proprio ieri è rientrato un altro velivolo dell’Aeronautica militare atterrato a Pisa con 47 persone, tra italiani e cittadini di altre nazionalità. Altre due operazioni sono già programmate nei prossimi giorni.

(Red)

Foto BRQ Network@Flickr: la rivoluzione libica del 2011

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.