SPP: assemblea generale ha negato l’aumento dei prezzi del gas

L’assemblea generale della utility slovacca del gas Slovensky plynárenský priemysel (SPP) ha bocciato la proposta di aumentare i prezzi del gas per le famiglie che sarebbe dovuta entrare in vigore in Ottobre ha detto il suo portavoce Lubomir Tuchscher. È stato il Fondo di Proprietà Nazionale (FNM), azionista di maggioranza in SPP (col 51%), che ha votato no, appoggiando la posizione negativa espressa di recente dal Ministero dell’Economia. «SPP (49% di proprietà di un conglomerato internazionale di società di energia), continua nei colloqui con le autorità competenti, tra cui l’Ufficio per la regolazione delle industrie di rete (URSO), sul modo di regolare i prezzi del gas per le famiglie e riflettere i costi di approvvigionamento del gas naturale», ha detto Tuchscher. Il prezzo del gas domestico era aumentato in Slovacchia l’ultima volta nel Novembre 2006. Da allora vi sono stati due tagli di prezzi – nel Gennaio 2007 (del 4%) e quest’anno a Gennaio (di circa il 5%). Secondo alcune informazioni che sono trapelate ai media nel mese di Luglio, SPP ha chiesto alle autorità di regolazione (URSO) di approvare un aumento eccezionale dei prezzi del gas domestico, ma sarà URSO che avrà l’ultima parola in materia.

(Fonte TASR)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.