Il Procuratore generale Ciznar rimuove procuratore di Nitra per il caso dei neo-nazisti

Il Procuratore generale della Repubblica Slovacca Jaromir Ciznar ha destituito il procuratore distrettuale di Nitra Igor Senesi e avviato procedimenti disciplinari nei confronti di altri due pubblici ministeri coinvolti nel caso, trattato dall stesso ufficio, delle presunte aggressioni neonaziste su clienti e personale del bar Mariatchi nella città di Nitra, avvenute alla fine dello scorso anno. L’azione è venuta dopo un’attenta valutazione dell comportamento dei funzionari in oggetto.

Ciznar aveva mostrato insoddisfazione per i provvedimenti disciplinari adottati dal procuratore regionale di Nitra Ernest Vojtech, che aveva disposto per i due pubblici ministeri responsabili del dossier solo la più moderata delle punizioni disciplinari, ovvero un semplice rimprovero formale per aver violato le loro principali funzioni e per aver provocato ritardi nella procedura. Tale misura era comunque stata presa da Vojtech soltato su specifiche sollecitazioni da Bratislava, da parte del Procuratore generale Ciznar. La situazione dei pubblici ministeri è al momento ancora al vaglio del PG in collaborazione con la sede regionale della polizia di Nitra.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Il caso in questione riguarda due attacchi, il primo del 5 ottobre 2013, quando cinque presunti neo-nazisti hanno percosso i clienti del pub provocando in alcuni di loro lesioni gravi, e il secondo  la notte dell’1 gennaio 2014, quando fu coinvolto anche il proprietario del bar che è finito con una gamba rotta. I presunti autori del primo episodio sono stati presi in custodia a fine gennaio – quattro mesi dopo il fatto e solo in seguito alla pubblicazione sul sito del quotidiano Sme  di un video di sorveglianza in cui si vede l’intera sequenza dell’aggressione. Ma sono stati liberati subito dal procuratore distrettuale Nitra appena un giorno e mezzo dopo.

Il Ministro degli Interni Robert Kalinak difese allora i responsabili della procedura giudiziaria dicendo che non sarebbe stata una buona mossa precipitare gli eventi senza una adeguata e approfondita indagine per inchiodare i colpevoli. Come scrive Tasr, un paio di settimane fa Kalinak è apparso davanti alla Commissione parlamentare Difesa affermando che il caso era stato trattato in maniera adeguata, non fosse che per un periodo di tre settimane senza l’assistenza di un esperto.

Qui un riepilogo della storia.

(La Redazione, Fonte Tasr)

Foto: estremisti a Nistra (da video Sme.sk)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.