UE: Europarlamento, bocciata la Troika: «Ha danneggiato la ripresa»

Ieri il Parlamento Europeo ha approvato, con 448 sì, 140 no e 27 astensioni la risoluzione sull’indagine della commissione Affari economici e monetari sul funzionamento della Troika, redatta dal democristiano austriaco Othmar Karas e dal socialista francese Liem Hoang-Ngoc,  e con 408 voti favorevoli, 135 voti contrari e 63 astensioni la risoluzione della commissione Occupazione e affari sociali, redatta dal socialista spagnolo Alejandro Cercas. Si tratta, in poche parole, di due mazzate alla politica economica della Troika, della Banca centrale europea e dei ministri delle finanze di tutti i Paesi Ue.

Nella prima risoluzione sull’indagine si legge che «la “Troika” ha aiutato quattro paesi dell’UE attraverso la crisi e ha impedito che si aggravasse. La sua struttura e i metodi di lavoro tuttavia ostacolano “l’appartenenza” nazionale e compromettono la trasparenza e la responsabilità».  La seconda risoluzione si concentra invece sugli «impatti negativi delle riforme ispirate dalla Troika sull’occupazione».

La risoluzione riconosce che «lo scopo immediato di evitare un default non controllato è stato raggiunto» e che «le sfide affrontate dalla Troika sono state immense», ma «deplora tuttavia il modo in cui sono state presentate le istituzioni dell’UE, ridotte a capro espiatorio per gli effetti negativi delle riforme, mentre sono i ministri delle finanze a essere politicamente responsabili della Troika e del suo operato».

Continua a leggere su Greenreport.it.

Foto europarlamento @ ep_flickr

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.