Foto del giorno: Guida a Bratislava 2/3

Parte 2 di 3. Una Bratislava di prima mattina, linda e senza un’anima viva, quella che risalta dagli scatti di Jorge Láscar nel centro storico della capitale slovacca fatti nel mese di ottobre. L’album è tratto dal suo account Flickr. Tutte le immagini sono sotto la licenza Creative Commons BY-Attribuzione.

Pubblicando un’ampia selezione dell’album offriamo anche una essenziale “Guida a Bratislava”, con alcuni dei luoghi più significativi della città e con un po’ di storia.

Teatro Nazionale Slovacco (Slovenské národné divadlo) – Edificio neo-rinascimentale costruito negli anni 1885-1886 durante l’impero di Austria-Ungheria come “Königliches Freistädtisches Theater” su disegno degli architetti viennesi Ferdinand Fellner e Hermann Helmer. Gli stessi architetti crearono molti teatri nel territorio dell’impero e in altri paesi (Germania, Svizzera), tra i quali i noti teatri viennesi Theater an der Wien, Stadttheater e Volkstheater, oltre all’Opera di Stato di Praga, e altri edifici a Salisburgo, Karlovy Vary, Zurigo, Berlino, Zagabria, Sofia, eccetera.

La Città Vecchia (Staré Mesto)

Duomo di San Martino (Dóm sv. Martina) – Quello che oggi è la Cattedrale dell’Arcidiocesi di Bratislava fu eretto a partire dal XIV secolo su un sito precedentemente occupato da una chiesa romanica e da un cimitero, venne consacrato nel 1452. Dal 1563 al 1830 San Martino fu la chiesa dell’incoronazione dei re d’Ungheria. Il primo re a ricevere la Corona di Santo Stefano in San Martino fu Massimiliano II; in totale undici sovrani vennero qui incoronati, compresa Maria Teresa d’Austria. La sua torre campanaria, alta 85 metri, al culmine della cui guglia è una replica ingigantita della corona di Santo Stefano (d’Ungheria) ricoperta in oro (mesa a metà ’800), è uno dei simboli della Città Vecchia. L’impianto dell’edificio è gotico, e anche l’interno a tre navate e arcate ogivali, con alcune sovrapposizioni barocche. Vi sono alcune pregevoli cappelle, e un imponente gruppo scultoreo in bronzo di San Martino mentre a cavallo taglia il suo mantello per darne la metà al povero, realizzato da Georg Rafael Donner nel 1744.

Parte 2 di 3 – Segue…

A cura di Turismo in Slovacchia

Foto jlascar@flickr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.