Carceri: tassi record di suicidi in Slovacchia

Il tasso di suicidio tra i detenuti in Slovacchia è tra i più alti dell’Unione Europea secondo un rapporto ripreso l’altro ieri dal quotidiano Pravda. Nel 2013 tre detenuti si sono suicidati nelle prigioni patrie, e altri 34 hanno tentato di togliersi la vita. Uno studio del Consiglio d’Europa rivela, scrive Pravda, che oltre la metà delle vittime carcerarie slovacche sono causati da suicidio. Per limitare tale fenomeno si è deciso a livello centrale di potenziare con nuove installazioni il sistema di telecamere a circuito chiuso nei penitenziari, in particolare nei comparti ove sono i detenuti ad alto rischio. Le riprese saranno anche utilizzate per monitorare il comportamento delle guardie, dopo le segnalazioni di abusi lo scorso anno da parte del personale in un carcere di Kosice.

Gli psicologi ritengono non sufficiente migliorare i sistemi di telecamere, e puntano l’attenzione sui detenuti in attesa di giudizio, che, dicono, sono la categoria più vulnerabile a causa dei lunghi periodi di attesa perché la loro causa arrivi in giudizio, e le loro condizioni di vita sono spesso peggiori di quelle dei detenuti già condannati.

(Fonte Pravda, da RSI)

Foto Still Burning@flickr

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.