News del 1 Marzo 2010

Istituzioni

Nasce la Camera di Commercio Italia-Slovacchia

E’ nata, lo scorso 23 Febbraio 2010, la Camera di Commercio Italia-Slovacchia, facente parte dell’Albo camere miste di Unioncamere. La Camera, attraverso gli accordi di programma tra Unioncamere ed i Ministeri del Commercio Internazionale ed il Ministero degli Affari Esteri sosterrà i programmi di promozione delle imprese italiane interessate ad investire, delocalizzare, aprire canali commerciali o sportelli nel mercato slovacco. La sede della nuova Camera è in Roma, Via Appia Nuova n° 572 – Ed. B. Presidente S.E. Carlo Matarazzo, Console Onorario della Slovacchia in Italia, con competenza sulle Regioni di Marche, Abruzzi, Umbria. Alla neonata Camera ed al Suo Presidente gli auguri più sentiti della nostra redazione per un ottimo lavoro.

(La Redazione)

Fugge un recluso dal carcere di Bratislava…rimosso il direttore!

Il Ministro della Giustizia della Repubblica Slovacca, Viera Petríková,in relazione  alla fuga odierna di un pregiudicato dalla prigione di Bratislava ha preso un provvedimento drastico: con ordine personale ha rimosso “seduta stante” dalla funzion il direttore Jozef Mikula. Il Ministero della Giustizia non escrlude altri provvedimenti personali, e sta valutando anche la possibilità  di spogere denuncia penale.

(Fonte Ministero della Giustizia)

Imprese

Le banche Tedesche aiutano la Grecia

Riportiamo un importante notizia apparsa sul Financial Times, relativa ad un piano di salvataggio che le più importanti banche Tedesche stanno mettendo in atto per evitare il default della Grecia; acquistandone i debiti con garanzia della stessa Germania. Le banche Tedesche, fortemente esposte con il Paese Ellenico, si trovano nella scomoda posizione di non potere portare in evidenza contabile le posizioni ad incaglio in quanto genererebbero una spirale perversa di nuove perturbazioni, e preferirebbero prendere parte al piano di “solidarietà” invocato dal Premier George Papandreu, a condizione di avere garanzia collaterale da parte del loro stesso Stato. L’amministratore delegato di Deutsche Bank si è recato ad Atene Venerdi, incontrando il Premier per mettere in atto il piano. Precedendo la visita del Cancelliere Angela Merkel prevista per questa settimana.

(LaRedazione)

Cronaca internazionale

La Terra trema, il Cile è mutilato. Ma lo tsunami non fa vittime aggiuntive.

Spaventoso terremoto in Cile, nuova dimostrazione dell’incontenibile capacità del Pianeta di riportarci ai nostri limiti. Nonostante la nostra tecnologia, e forse incapacità di gestirci al meglio. Almeno 300 i morti accertati, due milioni le persone coinvolte, sette le regioni colpite. L’epicentro a circa 300 chilometri a SudOvest di Santiago, nei pressi della località di Concepcion, già distrutta da unaltro, catastrofico sisma. 8,8 l’intensità rilevata. Molto, molto, molto più devastante del terremoto che ha distrutto Haiti lo scorso Dicembre. La maggior parte dei morti si sono registrati proprio nelle città più popolate, a seguito del collasso di alti edifici.La mancanza di energia elettrica e quindi l’impossibilità di avere contatti telefonici rendono le notizie più frammentarie. Il Presidente del Cile Bachelet ha dichiarato che la scossa ha coinvolto direttamente e colpito almeno l’ottanta percento dell’intera popolazione. Morti e dispersi anche nell’arcipelago di Juan Fernardez, colpito per primo dallo tsunami, che ha reso necessaria l’allerta in ben 53 Stati. Evacuata, parzialmente, anche l’Isola di Pasqua. Ma le sirene hanno segnalato l’onda assassina anche a decine di migliaia di chilometri, come nelle Hawaii, dove la popolazione ha avuto più di dodici ore di margine per ripararsi all’interno, nelle zone più sicure e protette.

(LaRedazione)

Anche 23 Slovacchi nell’area più colpita dal terremoto

Secondo il primo comunicato diffuso da Peter Stano, portavoce del Ministero degli Esteri, sono 23 i cittadini Slovacchi che si trovavano in Cile, nell’area più colpita dal terremoto. Due i turisti che si erano registrati presso il Ministero stesso all’atto della loro partenza, 21 i dipendenti di un’azienda Slovacca operativa nel Paese Sudamericano, la Ses di Tlanace -Regione di Nitra. Nessuno pare avere avuto problemi, e questa è almeno per noi un’ottima notizia. Per il Direttore del marketing dell’azienda di engineering Gabriel Sirotnak 19 erano nella città di Concepcion; due nella capitale Santiago. Altre 110, nel frattempo, le scosse di assestamento, in un movimento che interessa una lunghissima faglia che attraversa tutto il Sud America.

(FonteTasr)

Cronaca politica

Comunicato stampa del Congresso EDS

Il 27 Febbraio 2010 ha avuto luogo a Trnava il Congresso del Partito Democratico Europeo, che è stato convocato in occasione dell’incontro tenutosi la settimana precedente a Poprad.L’ obiettivo del Congresso, cui hanno partecipato delegati provenienti da tutte le regioni della Slovacchia, è stato soprattutto l’approvazione del regolamento e del programma EDS, compreso il sistema di assegnamento delle candidature alle elezioni politiche e le tesi programmatiche per la campagna 2010. L‘assemblea dei delegati ha approvato il programma per le elezioni parlamentari 2010 che si baserà sulle seguenti tesi: giustizia e sicurezza; chiarezza e trasparenza;riforma della pubblica amministrazione e politica regionale; scuola, scienza ed istruzione; famiglia; riforma del settore agricolo e sviluppo dell‘agri-turismo. I delegati hanno anche discusso e concordato, tra l’altro su proposta del Presidente Antonio Parziale che Peter Agner diventi Segretario Generale; approvato la creazione della piattaforma dei Giovani Europei (ME) ed il sistema di assegnamento delle candidature alle elezioni parlamentari.

(Ettore Bellucci)

Per il Premier Fico ci sono le prove di un riciclaggio di denaro compiuto dallo Sdku-Ds

E’ stato un attacco molto deciso, quello condotto ieri dal Premier Robert Fico nella popolare trasmissione politica “Sobotne dialogy”. Il Premier ha affondato colpi sull’Sdku-Ds, su cui ci sarebbero non indizi ma prove “provate” circa il riciclaggio di denaro che è stato attuato intorno al caso dell’hotel Forum –oggi Crowne Plaza-. Mikulas Dzurinda, assente al programma come qualsiasi altro suo collega, ha stigmatizzato come “ridicole” le affermazioni di Fico, promettendo di adire alle vie legali per la difesa dell’ onore del proprio partito. Il Premier, da parte propria, ha ribadito di essere pronto in qualsiasi momento ad un confronto ma a condizione che da parte dello Sdku-Ds si faccia chiarezza sui movimenti di 22 milioni di corone slovacche transitate da un contoSvizzero ad una società legata al partito e da questa allo stesso Sdku-Ds.

(FonteTasr)

La ex-contabile dello Sdku-Ds già allontanata da Slovenske Elektrane per ammanchi di cassa

La ormai famosa Lilkova, sino allo scorso Agosto responsabile per lo Sdku-Ds della gestione amministrativa, sarebbe secondo un articolo apparso Sabato scorso sul quotidiano Pravda, stata già indagata dalla polizia per ammanchi di cassa relativi ad un suo precedente rapporto di lavoro con la società Slovenske Elektrarne. Secondo Bozena Bruchterova, portavoce delle forze di polizia per la Regione di Nitra, le indagini si conclusero nel Settembre 2001 con una richiesta di rinvio a giudizio. Per il portavoce dello Sdku-Ds, Martin Matko, la richiesta non fu comunque mai trasformata in condanna ed il partito non potè sapere della motivazione del licenziamento della Lilkova, che fu assunta nello stesso anno.

(FonteTasr)

Chiusi i seggi  per il ballottaggio

I 5.453 membri dello Sdku-ds hanno avuto, sino alle 17,00 di sabato pomeriggio, la possibilità di scegliere tra Iveta Radicova ed Ivan Miklos per lo sfidante, con tutta probabilità, di Robert Fico alle prossime elezioni politiche del 12 Giugno. Il conteggio dei voti è immediatamente iniziato nei 381 seggi elettorali predisposti in tutto il Paese. Tra i poteri che lo statuto del partito assegna a chi si aggiudica le primarie quello di decidere alleanze di coalizioni pre-elettorali e di negoziare la possibilità di formare la compagine di governo con i partiti futuri alleati. Entrambi i candidati hanno peraltro escluso ogni possibile accordo di programma con lo Smer-Sd.  E cercato, ma con scarso successo, di apparire “uniti” e coesi per il bene del partito stesso. Molto difficile creder loro, considerato che hanno avuto più di tre settimane per decidere chi fosse il più meritevole candidato, nell’interesse della base.

(LaRedazione)

Miklos si aggiudica Bratislava

Ivan Miklos si è aggiudicato la Regione di Bratislava per 195 a 145. Importante il margine, anche se proprio Bratislava era l’incognita meno forte sul risultato del vincitore. Che, anche se non ufficialmente, contava l’appoggio tuttora importante in città di Mikulas Dzurinda.

(La Redazione)

Ma Iveta Radicova vince le primarie dello Sdku-Ds

Con 2.669 preferenze contro le 1.666 del suo avversario Ivan Miklos, Iveta Radicova ha vinto le primarie Dello Sdku-Ds diventando così la sfidante ufficiale di Robert Fico alla carica di Primo Ministro. La Radicova era data per leggera favorita nelle circoscrizioni fuori Bratislava, ma ha molto colpito il gran vantaggio finale, conseguito soprattutto con un grande margine conquistato nella Regione di Banska Bystrica. Miklos ha rinnovato la promessa di una leale collaborazione con la vincitrice.

(Fonte Tasr)

Cronaca sportiva

La Slovacchia si arrende alla Finlandia e perde un bronzo di assoluto prestigio

Nulla di fatto per la pur ottima squadra di hockey Slovacca che si è piegata ieri alla risolutezza della Finlandia cedendo 3 a5 e perdendo così la finale per la medaglia di bronzo. Avantidi 3 ad 1, all’inizio del terzo tempo con le reti di Gaborik, Hossa e quella di Demitra in inferiorità numerica, gli Slovacchi subiscono il ritorno della Finlandia, pagando anche la tensione accumulata contro i Canadesi. Grandissima prestazione di Jokinen, nella squadra Scandinava. La Slovacchia chiude al diciottesimo posto nel medagliere, con l’oro argento e bronzo della prima settimana.

(La Redazione)

L’Italia salva la faccia con razzo-Razzoli

E’ stata un’olimpiade decisamente sotto tono per l’Italia, alimentata più da futili polemiche che da un’analisi corretta della preparazione dei nostri atleti. O, più semplicemente, dalla considerazione che le medaglie non sono sempre il frutto di un lampo di un campione. Ma, molto di più, il risultato di un lungo lavoro che parte dal settore giovanile e che va pianificato molti anni prima. Ci resta comunque l’orgoglio di un bellissimo oro, conquistato con merito, determinazione e freddezza. Da Giuliano Razzoli, “razzo” per i suoi fans. Primo al termine della prima e,  soprattutto, della seconda manche. Completano il podio l’eterno Croato Ivica Kostelic e lo svedese Andre Myhrer, l’uomo dei grandi appuntamenti. Ci rimarranno il sorriso di Giuliano, le lacrime di Carolina, le banali difese di un ghiaccio che “non fila” o di una neve “diversa”. Ma oggi festeggiamo, in attesa delle inevitabili polemiche a cui preferiremmo fatti concreti. Ventidue anni dopo l’Alberto nazionale, sempre in Canada, a Calgary, l’Italia riconquista la vetta dello slalom speciale. Quanto di più importante, seguito, affascinante disciplina dello sci alpino. Grazie razzo!

(EttoreBellucci)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.