News del 9 Marzo 2010

Primo Piano

Importante Business Forum al Ministero dell’Economia

Il mondo imprenditoriale che crede nella capacità di pronta ripresa dell’economia Slovacca si riunisce oggi presso la sede del Ministero dell’Economia in Bratislava, per dibattere sulle opportunità di finanziamenti offerti dallo Stato e per avere notizie su casi industriali di successo. L’importante appuntamento, condotto dall’abile mano del Direttore Generale della Sario, Juraj Kiesel, inizierà alle 10,00 -alla presenza di oltre 150 aziende selezionate. Si parlerà di delocalizzazioni industriali nei settori della produzione; di poli turistici; di call centre e di incubatori tecnologici. Il nostro quotidiano è presente con i propri inviati e dedicheremo domani uno speciale sui lavori.

(Ettore Bellucci)

Politica interna

Il Governo non può obbligare le imprese a remunerare le donne quanto gli uomini

Questo, in estrema sintesi, il pensiero del Premier Robert Fico che respinge seccamente la accuse di sessismo e di avere, di fatto, aggravato durante il proprio Governo la sperequazione salariale tra i due sessi. In Slovacchia, mediamente, gli uomini percepiscono salari del 25 percento più elevati di quelli delle donne; a parità di funzione assolta. Per il Premier il Governo non ha deliberato invece un solo provvedimento che possa far ritenere giusta la critica, sforzandosi, al contrario, di creare le condizioni per una diminuzione della forchetta salariale. D’altra parte, sempre secondo Fico, tale problematica non è propria alla sola Slovacchia ma a tutti i Paesi ed è non certo risalente al proprio Governo. E’ una questione, invece, di mentalità ed occorre del tempo per correggerla. Mancando, al Governo, idonei strumenti “coercitivi” per imporre con tratto di penna il riconoscimento di uguale dignità e valore lavorativo alle due categorie.

(Fonte Tasr)

Economia

Rapporto settimanale UniCredit

Per mancanza di spazio ci dobbiamo, questa settimana, limitare ai punti essenziali della newsletter redatta dal dipartimento del capo analista di UniCredit Bank Jan Toth. Che riassumiamo in:

Le sperequazioni sul reddito rientrano, in Slovacchia, nella media;

Il Prodotto interno Lordo, sceso del meno 2,6 percento nel quarto trimestre su base annuale, è stato fortemente influenzato dal calo della domanda interna;

Nonostante tale calo, i salari sono cresciuti in valore reale, spinti dalla ripresa della pubblica amministrazione;

Il mercato immobiliare ha, in Gennaio, fatto registrare una punta minima.

(Fonte UniCredit)

Le banche credono nella fine della crisi del mercato immobiliare

Le banche sono di nuovo disponibili ad erogare mutui sino al 100 percento del valore di stima dell’immobile. Le prime che si sono ufficialmente schierate su questa ipotesi sono la Dexia, Slovenska Sporitelna e la Vub. Quasi tutti gli altri istituti si ritiene saliranno almeno al 90 percento del valore di stima. Come motivazione alla base di questa “inversione” di tendenza da parte delle banche la convinzione che il mercato immobiliare abbia “toccato il fondo” e che, quindi, non ci sia più la possibilità di avere repentine discese nel valore delle proprietà ipotecate. Ovviamente queste condizioni verranno limitate alla clientela di prima fascia come merito creditizio. Ma anche sul “concetto di valore di stima” occorrerebbe che le banche fossero più precise. Altrimenti, come ben si può immaginare, nulla in realtà cambierebbe.

(La Redazione)

La diminuzione delle accise sul diesel rilancia le vendite

Dopo la diminuzione delle accise sul diesel è cresciuta la vendita dello stesso in percentuale stimabile tra il 10 ed il 15 percento. La notizia è stata diffusa dalla Sappo, associazione delle società del petrolchimico. In  particolare la Slovnaft ha registrato un aumento delle vendite, in Febbraio, del 14 percento. L’aumento è stato principlamente dovuto al fatto che adesso è più conveniente per le società fare il pieno in Slovacchia recuperando l’Iva piuttosto che in Austria dove poi occorre fare una procedura più complessa per avere dallo stato la stessa ristornata.

(La Redazione)

Cresce il numero delle aziende fallite

Il maggior numero di fallimenti di imprese è stato registrato, nel corso del 2009, nelle Regioni dell’Est: Kosice e Presov. Secondo un’analisi condotta dalla società Euler Hermes la maggior parte dei fallimenti hanno coinvolto società a responsabilità limitata; operanti nei settori dell’edilizia, dei trasporti, e dell’acciaio. Le maggiori cause per il fallimento risultano, secondo la stessa società, essere: I minori ricavi, pagamenti tradivi da parte dei clienti, risorse finanziarie insufficienti. Nel corrente 2010 si ipotizza che circa 800 aziende vadano fallite, contro le 841 del 2008 e le 1,060 dello scorso 2009.

(La Redazione)

Diminuiscono i sussidi di disoccupazione

Il numero di coloro che hanno ricevuto I sussidi di disoccupazione è sensibilmente diminuito nello scorso Gennaio, per il quinto, consecutivo mese. Ma, peraltro, è ancora di circa 18.000 unità più elevato di quanto fatto registrare sul Gennaio dell’anno precedente. Occorre osservare, come spesso sottolineamo, che anche l’andamento di questa variabile vada osservato e giudicato con molta cautela in quanto da solo non può dare il senso della ripresa dell’economia. In Gennaio 2010 risultavano ricevere I sussidi 45,300 slovacchi.

(La Redazione)

Imprese

La Kia vuole avvicinare i giovani all’azienda

E’ un grande sforzo quello condotto dalla Kia per avvicinare ai propri impianti giovani non solo universitari ma anche liceali, e spingerli in questo modo, a prendere in considerazione l’iscrizione ad un politecnico od università scientifica. Tra l’altro la politica di Kia di avere un maggior numero di giovani tra le proprie maestranze si coniuga con la nuova legge sulla formazione degli studenti liceali. Questo provvedimento si pone, tra l’altro, il miglioramento delle relazioni istituzionali tra governo, datori di lavoro e lavoratori. Attualmente la Kia, nel proprio stabilimento di Zilina impiega circa 2.800 lavoratori, nelle linee di produzione della Kia cee’d; nella Suv Kia Sportage e nella Hyundai ix35.

(Fonte Tasr)

Anche Eurovea rallenta

Eurovea rallenta il ritmo di “lancio” della seconda fase. Nonostante, dati alla mano, appaia l’intervento immobiliare che sta “meno soffrendo” la crisi del mercato immobiliare in Slovacchia, anche Eurovea non può non fare I conti con l’onda lunga di ripresa dalla crisi. Il costruttore, il gruppo iralandese Ballymore, ha annunciato infatti che la nuova ed ultima fase del complesso sarà iniziata entro 18 mesi. Nel frattempo, nulla trapela della contingua “Twin City” che dovrebbe creare un “tuttuno” ideale tra il nuovo teatro dell’opera e la stazione degli autobus ed Apollo.

(La Redazione)

Una nuova torre sfida il cielo di Bratislava

Nel frattempo, finalmente, arriva anche la notizia dell’inizio lavori di una nuove torre. Sarà realizzata dal costruttore Hutne stavby Sviluppo e sorgerà in viale Sliacska, di fronte allo stabilimento della Figaro nella città nuova. Significativo il numero dei 22 piani, per un totale di 113 appartamenti. Il progetto è stato per circa un anno fermo, ma adesso I soci ritengono che siano maturate le giuste condizioni di mercato per tale importante iniziativa.

(La Redazione)

Nuovo brand del lusso e nuova formula commerciale

Nuova strategia commerciale per il gruppo “Fashion Days” che, dopo avere aperto in Cechia, Ungheria e Romania conta adesso di entrare -dal prossimo primo di Aprile- nel mercato Slovacco. Con una formula totalmente innovativa, per il mercato Slovacco. Ossia solo vendendo a soci. E, lo status di appartenenza a questo “club del lusso” che proporrà griffe come Giogio Armani e Valentino avverrà solo tramite presentazione di un altro socio.

(La Redazione)

Istituzioni

Il pane, finalmente, non si può più toccare

E’ terminata la possibilità di acquistare il pane toccandolo con le mani da parte dei clienti. La brutta abitudine, a nostro avviso, è stata finalmente cancellata per decreto e, da ora in poi, il pane potrà essere venduto solo in apposite confezioni. I produttori ed I negozianti temono che questo possa creare rincari allo stesso. Il Governo risponde che, tenuto conto dei bassi standard igienici, questa possibilità è comunque preferibile, anche se non sono state rilasciate informazioni precise sul numero annuo dei consumatori intossicati dal contatto promiscuo con il pane stesso.

(Fonte la Redazione)

Cronaca interna

Crescono le critiche al progetto TriGranit

Dopo avere raccolto 88.000 firme contro l’apertura del casino previsto come parte essenziale del complesso che TriGranit vuole realizzare nella parte sud di Bratislava, con l’apporto della società americana Harrah Entertainment, il comitato oppositore sta cercando di far abrogare l’emendamento alla legge sul gioco d’azzardo che ha abbassato l’aliquota sui proventi delle case da gioco di grande dimensione. Il comitato evidenzia, a supporto della propria tesi che il casino creerebbe la proliferazione di riciclaggio di denaro e fenomeni di infiltrazione malavitosa, che lo stesso “megaprogetto” è stato bocciato in altri Paesi. Dalla Gran Bretagna, all’Ungheria, alla Slovenia. E, aggiunge, in Slovenia la bocciatura è stata deliberata con l’appoggio sia della destra che della sinistra. Il prossimo Martedi Metropolis -questo il nome del progetto che appare come il più importante intervento di edilizia residenziale privata in tutti i Paesi dell’area Cee- verrà discusso dal consiglio comunale di Petrzalka, dopo essere stato rigettato da Jarovce, su cui dovevano insistere parte delle nuove realizzazioni. Metropolis comprenderà, se approvato, oltre ad edifici di lusso anche centri commerciali, teatri, auditorium, gallerie commerciali, spazi turistici attrezzati, edifici ad uso polifunzionale e, tra gli altri, il casinò della discordia. Purtroppo, con mancanza di obiettività a nostro avviso, i detrattori dimenticano di sottolineare che il problema delle infiltrazioni malavitose non dipende dai casinò stessi, ma dai controlli -o dalla mancanza di controllo sugli stessi-. E, sempre a nostro avviso, la presenza come gestore del più importante player a livello mondiale -la Harrah Entertainment- è di sè per sè una ottima garanzia. Mentre, attualmente, lo stesso non si può forse dire della moltitudine di piccole case da gioco di fatto facenti riferimento a gruppi di dubbia, spesso, moralità e limpidezza.

(La Redazione)

Cronaca dall’estero

Importante per il Ministero degli Esteri l’alta affluenza degli irakeni alle urne

E’ stata giudicata molto positivamente, dal Ministero degli Esteri Slovacco, l’alta affluenza alle urne del popolo irakeno, che non si è lasciato intimidire dai tentativi terrostici e di matrice di Al-Quaida a disertare l’importante appuntamento con il voto. La determinazione ed il coraggio diimostrati dal popolo irakeno, nonostante le minacce ed il fitto lancio di bombe di mortaio che ha, di fatto, reso Bagdah una città spettrale, è la dimostrazione più eclatante della volontà all’autodeterminazione ed all’impegno a ricostruire una civiltà civile, in cui sia possibile una convivenza rispettosa tra le varie etnie ed anche tra i diversi sessi. Il futuro parlamento, su suggerimento americano, destinerà infatti alle donne almeno il 25 percento degli scranni. Percentuale estremamente alta in un Paese dove ogni piccolo diritto al femminile deve essere conquistato con forza ed abnegazione senza pari.

(Fonte Tasr)

Feriti in un incidente d’auto quattro militari Slovacchi in Kosovo

Secondo il portavoce ufficiale delle Forze Armate Slovacche Milan Varga, i quattro militari che Sabato scorso sono stati coinvolti in Kosovo in un incidente d’auto non sono in pericolo di vita. I militari erano in forze alla missione Onu Kfor. Durante un servizio di perlustrazione, a bordo di un veicolo da fuoristrada sono stati coinvolti in un frontale contro un autoveicolo civile modello Nissan Primera vicino alla cittadina di Trude. Entrambi i Kosovari alla guida del veicolo civile sono invece morti a seguito dell’incidente. I quattro militari, subito soccorsi, sono stati trasportati nell’ospedale del contingente Tedesco dove uno di essi è stato sottoposto ad intervento chirurgico. Sulle cause dell’incidente è stata aperta un’inchiesta da parte delle forze di polizia interne allo stesso contingente Kfor.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.