News del 11 Marzo 2010

Istituzioni

II 2010 anno della biodiversità

Interessante Conferenza stampa curata dalla Sav-Accademia Slovacca delle Scienze, il prossimo 16 Marzo, avente  per tema l’anno internazionale della biodiversità, decretato dalle Nazioni Unite. Tra I più importanti contyributi all’incontro la presenza di Lubos Halada, che dibatterà di ricerca e protezione della biodiversità; Henrik Kalidova -del Comitato Scientifico Slovacco per la biodiversità- che analizzerà e darà un resoconto sull’apporto della Slovacchia su questo tema a livello Europeo e, di Milena Moyzesova, che tratterà, a livello pratico, esempi di difesa della biodiversità.  Appare importante sottolineare come la scelta di questo tema sia particolarmente di attualità, nello stesso anno in cui la Ue ha aperto le porte alle produzioni agricole di prodotti geneticamente modificati-patate per ultimo- ingenerando molte opinioni contrarie, soprattutto da Paesi, come l’Italia, che hanno un opposto interesse; quello di rimanere sul mercato difendendo il valore aggiunto della diversità genetica e del legame delle materie al proprio territorio. Ma, più generalmente, è tutta l’Europa che dovrebbe stringersi intorno ad una politica di produzione agricola di qualità e non di quantità, in difesa degli interessi primari quali quelli del poter continuare a produrre a condizioni economiche sostenibili e, ancora più fondamentale, il diritto per I consumatori di potere avere la libertà di scegliere prodotti traccaibili, sicuri, non contaminati da presenza di Ogm -soia in primis.

(La Redazione)

Lo Stato non approva il contratto con Interblue Group

Martedì il ministero dell’Ambiente ha comunicato di ritenere non valido il contratto stipulato con Interblue Group, e di conseguenza con il suo presunto successore legale Interblue Group Europe, riguardante le quote eccedenti di emissioni CO2 vendute dal Ministero stesso nel 2007. All’inizio della giornata il presunto nuovo management della società Interblue Group AG ha organizzato una conferenza stampa a Bratislava. Milan Ruzicka si è presentato come il proprietario della società, il nuovo project manager sarebbe Frantisek Jakoubek ed il legale rappresentante Natalie Goff. I rappresentanti della società non hanno tuttavia presentato documenti che dimostrassero le loro richieste. Frantisek Jakoubek ha dichiarato di ritenere il contratto ancora valido.
La scorsa settimana il ministro dell’Ambiente Jozef Medved ha dichiarato nullo il contratto dopo che il gruppo è stato liquidato nel mese di dicembre dello scorso anno. La Slovacchia ha venduto 15 milioni di tonnellate di emissioni di CO2 al Interblue Group al prezzo di € 5,05 a tonnellata, con opzione per altri 35 milioni. La vendita è stata a lungo criticata dall’opposizione come sfavorevole rispetto al prezzo delle emissioni vendute in paesi vicini come l’Ungheria e la Repubblica ceca. Dopo lo scandalo il premier Robert Fico ha dichiarato che la Slovacchia non venderà più le emission rimanenti e che il Ministro Medved ha preso iniziative lagali per ottenere altri 15 milioni di euro sulle emission già vendute.

(La Redazione)

Nuovi contributi Ue per le politiche energetiche della Slovacchia

Alla presenza del Ministro dell’Economia Lubomir Jahnatek, sono stati firmati ieri a Bratislava inportanti protocolli d’intesa per il finanziamento delle politiche energetiche in Slovacchia con la Javys e con la Seps. La prima si occupa della gestione delle scorie e dei prodotti di lavorazione del nucleare, la seconda della corretta regolamentazione della rete di distribuzione elettrica, oltre che delle autorizzazioni ad operare sulla rete stessa come produttori di energia. Il Ministro dell’Economia ha ricordato le problematiche sopportate dalla Slovacchia sin dallo scorso 2007 in materia di politiche energetiche, con “l’imposizione” alla Slovacchia di importare una quota parte della necessaria energia dall’estero, anzichè utilizzare secondo capacità gli impianti nuclerai esistenti nel Paese. Ed ha rinnovato il proprio pensiero, pur all’interno della necessità di realizzazione di un mix di fonti di produzione di energia differenziate di favorire il nucleare come la fonte più sicura come garanzia di costante immissione in rete, e di fonte di approvvigionamento.  Inoltre, sempre secondo il Ministro, bisogna far fronte nel migliore dei modi alle previste variazioni  climatiche con gli strumenti più opportuni. A seguito dei protocolli firmati la Javis godrà di oltre 92 milioni di Euro di finanziamenti, per finanziare la prematura chiusura dell’impianto nucleare V1 di Bohunice.

(La Redazione, Fonte Ministero dell’Economia)

Il Ministro Stefanov non si dimette

Igor Stefanov, Ministro delle Costruzioni e Sviluppo Regionale non intende dimettersi, nonostante la “richiesta” in questo senso avanzata dal Primo Ministro Robert Fico. Il Ministro -di nomina Sns- chiederà anche “intercessione” al Presidente Ivan Gasparovic affinchè non vengano rinnovate istanze in questo senso. Questa almeno la dichirazione rilasciata dal leader dello Sns Jan Slota alla Sita in data ieri. La richiesta del Primo Ministro è stata successiva alla “evidenza” di un non corretto utilizzo di 32,000 Euro da poste del Ministero. La verifica è stata compiuta il giorno dopo il controllo presso il Ministero compiuto dal Primo Ministro durante il “road-tour” che sta compiendo in tutti I dicasteri. Fico ha anche dichiarato che, se Stefanov accetterà le dimissioni, affiderà il compito di ministro “pro-tempore” sino alla chiusura del Ministero stesso, a Jan Mikolaj -sempre di noimina Sns-. Il Ministero dello Sviluppo Regionale cesserà infatti la proptria attività in data primo di Luglio 2010, a seguito della riorganizzazione decisa da Fico stesso, che diminuirà I Ministeri da 14 a 12 generando sensibili diminuzioni di spesa.

(Fonte La Redazione)

Economia

L’Information Technology paga meglio di ogni altro settore, la ristorazione …peggio

Gli impiegati della Information Technology sono stati, nello scorso Gennaio, pagati più di ogni altro settore in Slovacchia, con un salario medio di 1.530 Euro. Oltre il doppio di quanto corrisposto, mediamente, agli addetti nell’industria (757 Euro); od in selezionati campi di vendita e promozione (743 Euro). Nell’ingrosso le retribuzioni medie sono state, nello stesso periodo, di 705 Euro, nella vendita e distribuzione di veicoli a motore 693 Euro; nei trasporti e logistica 691 Euro; solo 546 Euro nella filiera del Turistico ricettivo. Solo 358 Euro, invece, per camerieri ed addetti nella ristorazione. I dati sono tutti di provenienza dell’Istituto Centrale di Statistica. I salari nominali sono aumentati del 6.1 percento anno su anno, del 5.6 percento nel settore industrial, 5.1 percento nella ristorazione e 4.9 percento in alcuni servizi commerciali. Per quanto riguarda il settore della ricezione l’aumento è stato del 3.1 percento, riparazioni e vendite auto 2.2 percento, vendite al dettaglio 1.1 percento contro lo 0.8 dell’ingrosso. In contro tendenza I salari nel settore dei trasporti con un meno 1.7 percento e un meno 1 percento nell’edilizia.

(La Redazione)

Acciaio ed elettronica di consumo leader nella produzione industriale

L’aumento mese su mese del 4,4 percento della produzione industriale in gennaio è stato provocato dalla ripresa della metallurgia pesante e dall’aumento della produzione di elettronica di consume stando all’analisi rilasciata da David Derenik di UniCredit Banca martedì. La produzione industriale nel mese di gennaio ha subito un incremento del 19,3 percento anno su anno, il più significativo dal novembre 2007. Secondo Derenik l’elettronica di consumo è uno dei pochi settori in crescita durante la recessione, la produzione è ora più alta del 7 percento rispetto al period precedente alla crisi. Derenik prevede che quest’anno sarà caratterizzato da una ripresa in diversi settori industriali, ma avverte che la seconda metà del 2010 sarà ancora influenzata dalla crisi a livello mondiale anche perchè il mercato automotive sta mostrando segnali di saturazione.

(La Redazione)

Cronaca interna

La Ipi celebrerà a Vienna e a Bratislava il proprio sessantesimo Congresso

La Ipi, Istituto Internazionale della Stampa, terrà il proprio 60-simo Congresso Mondiale in sede congiunta a Vienna e Bratislava dal prossimo 11 al prossimo 14 Settembre 2010. Le sedi e le date del simposio sono state ufficialmente comunicate nei giorni scorsi. L’Ipi svolge, a livello mondiale, un’importante opera di difesa della libertà di stampa curando l’esercizio dei diritti di accesso e di utilizzo delle notizie da parte degli organi di stampa e tutelando l’attività stessa dei giornalisti, reporters ed operatori dei media nei confronti delle istituzioni. Il tema del Congresso sarà: “Thinking the Unthinkable: Are We Losing the News?” -la libertà dei media nel loro ambito operativo-. Durante i tre giorni del Congresso saranno esaminate anche le nuove forme di utilizzo della veicolazione delle notizie -tra cui lo strumento di internet- ed I nuovi modelli di business. Al Congresso che culminerà in un ricordo dei giornalisti vittime di guerra e delle interferenze e dei soprusi delle autorità sugli stessi in molti Paesi, si attendono almeno 400 giornalisti da tutto il mondo.

(Fonte Ipi)

Amnesty International critica le scuole speciali per i bambini Rom

Amnesty International si è schierata contro l’istituzione di collegi per i bambini rom dichiarando che “separare i bambini dai campi nomadi rappresenta una pratica discriminatoria ed un attacco diretto al modo in cui i Rom percepiscono la vita” per voce del president di Amnesty International Slovensko – Branislav Tichy. Dichiarazione avvenuta a seguito di un intervento del primo ministro Robert Fico, che prospettava per la Slovacchia solo due opzioni per la soluzione della questione rom: la prima lasciare che tutto rimanga come prima, creando un’ altra generazione di diverse migliaia di persone con scarse possibilità di integrazione oppure la scelta di educare i giovani rom in college appositi.

(La Redazione)

Le foreste necessitano di attenta tutela

La seconda conferenza internazionale sulle foreste, viste dalla parte dei proprietari, si è conclusa a Kosice dopo due giornate di intensi lavori. Presenti oltre 130 partecipanti, la conferenza ha avuto per temi principali la necessità di adotttare una nuova legge sulla natura e sulla protezione delle foreste; e per promuovere le migliori condizioni per permettere un utilizzo efficace delle stesse. I proprietari hanno chiesto al Governo Slovacco di emendare la legge che tutela le aree proette nota come “Natura 200”. Rendendo il meccanismo di sussidio più efficace, e legandolo ad un uso più produttivo. Eliminando le ambiguità e le disparità di trattamento impositivo ai proprietari delle foreste. Ed infine, per consentire il completamento del processo di restituzione delle foreste e delle proprietà agrarie ai legittimi proprietari o ai loro eredi.

(La Redazione)

Il castello di Kunerad in fiamme

Zilina – Il castello di Kunerad vicino a Teplice Rajecké è in fiamme da mezzogiorno. SITA riporta le parole di di Miroslav Marton, responsabile del dipartimento Vigili del Fuoco e Protezione Civile, second cui un incendio ha distrutto il tetto del castello con circa 40 vigili del fuoco di Zilina, Bytča e Čadca attualmente sul luogo. “L’incendio presenta un gran numero di focolai nascosti, l’approvvigionamento idrico è difficile ma garantito dal torrente locale con autobotti. L’incendio non ha ancora provocato feriti”. La causa non è ancora nota, ma parrebbe dolosa.

(fonte SITA)

Cultura

Elton John si esibirà nel mese di Giugno a Kosice nella Steel Arena

Sir Elton arriverà con il suo executive jet e  la sua band, accompagnato da  cinque autobus e sette camion di attrezzature tecniche e coreografie. Dopo cinque anni ritorna in Slovacchia uno dei più importanti artisti degli ultimi anni, da sempre protagonista delle hit parades mondiali. Il Tour 2010 inizierà in Usa il prossimo 3 Aprile, per arrivare all’atteso appuntamento di Kosice in data 22 Giugno. Questo quanto dichiarato alla Sita dal suo manager John Kakaščík. L’organizzatore del concerto, Miroslav Brondoš, ha per parte sua anticipato che cercherà di andare incontro e soddisfare ognuna delle tante, ed attese “stravaganze” e richieste della stella del pop di Sua Maestà. Tra i maggiori successi del già sessantatreenne artista, da oltre 40 anni sulle più importanti piazze mondiali: “Rocket Man e Tiny Dancer”; “Daniel”, “Sacrifice”, “Nikita”, “I’m Still Standing” ed ancora  “Can You Feel the Love Tonight”, a cui è stato assegnato l’Oscar  nel film d’animazione di successo The Lion King. Dal 1997 Elton John detiene il record  per la canzone “Candle in the Wind”, che ha scritto con il suo paroliere Bernie Taupin,  originariamente come un omaggio a Marilyn Monroe nel 1973 e che ha venduto il maggior numero di copie di ogni canzone mai scritta. Il singolo di Candle in The Wind nel 1997 è  stato un omaggio alla principessa Diana, cantato durante i funerali a Westminster ed  ha venduto più di 33 milioni di copie. In totale, in tutto il mondo Elton John ha venduto oltre 200 milioni di dischi.

(Liviana Angeli)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.