News del 16 Marzo 2010

Istituzioni

Speciale Elezioni Politiche 12 Giugno 2010

Le elezioni parlamentari del prossimo Giugno vedranno ricercare il favore degli elettori ben 18 tra partiti e movimenti politici. Sei tra essi hanno consegnato la lista dei nominativi al Parlamento nazionale con il massimo numero dei 150 candidati previsti. Il termine per la presentazione delle liste  è scaduto alla mezzanotte di domenica come ha dichiarato la redattrice della Commissione Elettorale Centrale –NEO-, Livia Škultétyová. Alle precedenti elezioni del 2006 avevano partecipato ben 21 diversi soggetti. La presentazione della lista dei candidati può essere fatta solo da partiti e movimenti registrati presso il Ministero degli Interni; le Autorità hanno finora censito 135 partiti e movimenti, molti dei quali sono poi scomparsi dalla scena politica. Una delle condizioni di partecipazione alle elezioni è il deposito di una cauzione di €16.596. “Non abbiamo rifiutato nessun elenco di candidati, siamo riusciti a risolvere tutte le carenze in presenza dei rappresentanti dei partiti”, ha detto la Škultétyová. I risultati definitivi saranno disponibili entro la fine del mese, visto che tutte le liste dovranno ancora essere accuratamente vagliate dalla Commissione elettorale. La lista di 150 candidati, numero dei membri del Parlamento, è stata consegnato da Smer-SD, dai partner di coalizione SNS e ĽS-HZDS, così come da SDKÚ, KDH e SMK tra i partiti all’opposizione. In controtendenza EDS che ha presentato una lista di 135 candidati. Abbiamo chiesto spiegazioni al fondatore Antonio Parziale che ci ha dichiarato: “Uno dei punti chiave del programma di EDS è la riforma della pubblica amministrazione con tagli di almeno 10 percento, ecco quindi spiegato il numero 135 che è 150 meno 15; già a partire dalla nostra lista candidati vogliamo dare il buon esempio”.

(La Redazione)

L’elenco completo dei  18 Partiti e Movimenti

Evidenziamo per comodità dei nostri Lettori la lista completa dei partiti e movimenti che hanno registrato la loro partecipazione alle prossime elezioni politiche. Ricordiamo con l’occasione che, contrariamente a quanto avvenuto per le Europee e per le Regionali, alle elezioni Politiche potranno votare solo i cittadini Slovacchi e non i residenti in Slovacchia.

Aliancia za Európu národov (AZEN); Kresťanskodemokratické hnutie; Ľudová strana – Hnutie za demokratické Slovensko; Ľudová strana Naše Slovensko; Most Híd; Sloboda a Solidarita (SaS); Slovenská demokratická a kresťanská únia; Slovenská národná strana; SMER – sociálna demokracia (SMER-SD); Strana demokratickej ľavice (SDĽ); Strana maďarskej koalície;  Únia – Strana pre Slovensko; Európska demokratická strana (EDS); Komunistická strana Slovenska (KSS); Strana zelených; Demokratická strana; LIGA, občiansko-liberálna strana (LIGA); Slobodné fórum (SF)

(La Redazione)

Economia e imprese

Speciale Sario: estratto dal “Daily Media monitoring”

Iniziamo dal numero odierno del nostro giornale a riportare alcuni sunti di notizie redatte dalla Sario, Agenzia del Ministero dell’Economia per attrarre investimenti in Slovacchia, in una loro interessante ed utile  “newsletter” giornaliera, a firma della collega Barbora Ondrášiková.

– La Agenzia per la Telefonia TU ha iniziato ad effettuare gare di appalto per assegnare frequenze in sette diverse zone del Paese, ed incoraggiare in tal modo la realizzazione di reti a banda larga. Le aree sono: Nove Zamky, Presov, Puchov, Sabinov, Senec, Zvolen, Zilina. Unico criterio selettivo è il prezzo per la frequenza nella banda 10 Gigahertz. La somma minima è stata fissata in 665 Euro. Le offerte dovranno essere presentate entro il prossimo 8 Aprile. (da fonte sme.sk)

– Il piccolo parco industriale a Lipany, vicino Sabinov, che aveva ottenuto 1,8 milioni di EuroFondi nello scorso 2006, ha registrato l’arrivo di cinque investitori già operanti o che presto inizieranno la produzione. Sono attesi 70 nuovi posti di lavoro. La prima società attesa ai nastri di partenza è la Teprofa Slovakia, che ha 20 dipendenti nel proprio organico. Altre 20 nuove maestranze saranno assunte dalla Aluminium System il prossimo anno. L’azienda Tecoma Agenzia di Viaggio ha intenzione di istallare nel parco un impianto fotovoltaico. La società Polacca P.P.U.H. Witecki Jerzy-Kawula Marek Spolka Jawna realizzerà un nuovo stabilimento su di un’area di circa 5.000 metri quadrati per la produzione di materiali in calcestruzzo e cemento.  (da fonte hn).

– L’operatore ferroviario ZSSK Slovensko sta preparando tre gare di appalto per l’acquisto di vagoni passeggeri con aria condizionata e vagoni per la manutenzione. Atteso un valore della gara tra i 285 ed i 315 milioni di Euro. L’azienda reputa di investire circa 500 milioni di Euro. La cifra è necessaria per raggiungere soddisfacenti standard di qualità dei propri locomotori e carrozze. Anche perchè, secondo fonti della stessa, gli investimenti si sono di fatto bloccati nel periodo tra il 1990 ed il 2005. (da fonte sme)

Economia

Importante Conferenza internazionale sui trasporti a Bratislava

Il 18 e 19 Marzo presso il City Hotel di Bratislava, con il patrocinio del Ministro dei Traporti Lubomir Vazny, avrà luogo un’importante conferenza internazionale sui moderni sistemi di trasporto intermodali di merci. Velocità, efficenza, impatto ambientale saranno le variabili intorno alle quali si cercherà di dare le migliori risposte con contributi di esperti qualificati dalla Cechia, Olanda, Austria, Gran Bretagna. Il vantaggio dell’utilizzo di sistemi intermodali è la possibilità di ottimizzare i vantaggi offerti dai sistemi “puri” di trasporto su strada (flessibili ma più impattanti sull’ambiente e sul traffico privato) e su ferrovia (più ecologici ma più rigidi); utilizzandoli entrambi ed ottimizzandoli magari in unione con tratti su acqua. Punto di criticità, in Slovacchia, non sono nè la mancanza di strade nè di ferrovie –secondo il Ministro Vazny- ma di appositi terminal di scambio intermodale che dovranno essere realizzati a Bratislava, Zvolen, Kosice e Zilina.

(Fonte Ministero dei Trasporti)

Imprese

Presentato alla stampa  il bilancio consolidato della Tatra Banka

E’ stato presentato oggi, ed il nostro quotidiano ne fornisce –riteniamo- anteprima assoluta, il bilancio consolidato della Tatra Banka Group  per l’esercizio 2009. L’utile dopo le tasse è sceso del 27,74 percento a 94,88 milioni di Euro, a seguito dell’introduzione dell’Euro nei conti, dei più bassi tassi attivi di interesse e dei più prudenziali criteri per le valutazioni dei crediti. Gli affidamenti sono diminuiti del 21,14 percento a fronte di una miglior qualità e criteri di prudenza adottati nelle decisioni di finanziamento. “Nonostante i tagli adottati, pari al 12,21 percento sulle spese correnti, abbiamo contenuto il deterioramento del rapporto tra costi e ricavi passando dal 53,14 al 55,4 percento; il che, in un anno di profonda crisi economica è senza dubbio un risultato soddisfacente”. Così si è espresso il Ceo e Presidente della Tatra Igor Vida. Il Gruppo, sempre dalle parole di Vida, ha avuto anche una riduzione del flusso di commissioni nette attive generate, derivante dall’ingresso della Slovacchia in zona Euro dal primo Gennaio 2009 e quindi causa di una sensibile riduzione dei margini sulle transazioni generate dalla clientela, soprattutto nel segmento imprese. Nel corso del 2009 il Gruppo ha diminuito il personale del 9,6 percento come unità impiegate, e generato una riduzione dei costi amministrativi del 12,2 percento. Tra le altre più significative poste di bilancio evidenziamo una percentuale dei crediti in sofferenza del 4,63 percento; i depositi sono diminuiti del 10 percento circa; mentre la percentuale degli impieghi sui depositi presenta un coefficente dell’81,66 percento. Il Gruppo Tatra ha sempre rispettato i parametri patrimoniali imposti dalla Banca di Stato, con un indice di adeguamento  dell’11,80 percento.

(La Redazione)

Cronaca interna

Tre dei cinque  migliori scienziati dell’anno 2009 appartengono alla Sav

Prestigioso risultato per la Sav, Accademia Slovacca delle Scienze, che annovera tra i propri appartenenti 3 tra i cinque migliori scienziati dell’anno 2009, come dichiaratoci da Sona Kozelova, dell’Ufficio Stampa della stessa Accademia. A seguire, diamo un breve profilo dei premiati, in relazione alle loro attività svolte.

Prof John Masarik, PhD – Dipartimento di Fisica Nucleare e Biofisica, Fmfi Bratislava

Il premio è stato attribuito per uno studio di alcuni anni fa sull’interazione tra i raggi cosmici e la materia. Ancora di grande attualità, viene comunemente utilizzato in fisica nucleare, geoscienze, archeologia ed altre discipline. Tra gli utilizzi del modello del Prof. Masarik la scoperta dell’acqua su Marte, grazie ad un lavoro effettuato con altri studiosi Tedeschi e Statunitensi.

Dr. Tibor Žáčik, PhD – Dipartimento di Matematica applicata, Istituto di matematica, Bratislava

Il premio è stato dato per lo sviluppo e l’implementazione di un modello matematico che viene utilizzato per rilevare in gasdotti la presenza di fughe di gas, la posizione della fuoriuscita del gas e la quantità di gas stesso. Il modello, testato nel 2009, viene attualmente utilizzato in gasdotti in Inghilterra e nello Yemen.

Premio miglior giovane ricercatore: Ing. Vlasta Harbuľáková Ondrejka, PhD; Dipartimento di costruzioni ed Ambiente, Facoltà di Ingegneria Civile, Università di Kosice

Il premio è stato attribuito per l’interessante lavoro svolto, avente ad oggetto l’interazione di microrganismi sulle strutture in cemento. E’ stata studiata l’azione della corrosione esercitata da microbi e batteri. Lo studio del 2009 ha avuto larghi spazi in cinque diverse pubblicazioni scientifiche ed ha ricevuto due premi.

Mgr. Catherine Bíliková, PhD – Istituto di Biologia Molecolare, SAS, Bratislava

Il premio è stato conferito per avere individuato dei marcatori di proteine nel miele, che verranno utilizzati per identificare le frodi condotte nelle vendite di prodotti non conformi e quindi, potere riconoscere i prodotti autentici con certezza.

Prof. Mudr Jan Slezak, Phd., Fiacs – Istituto per le malattie cariovascolari – Sav Bratislava

Il premio è stato conferito per gli studi effettuati in cardiologia e sulla prevenzione di malattie cardiovascolari ed infarti. Il lavoro condotto dal Prof. Slezak è durato molti anni, in team con altri colleghi soprattutto Canadesi ed ha introdotto una serie di comportamenti e di stili di vita idonei a diminuire drasticamente l’incidenza dei decessi per malattie di questo genere , che sono in Slovacchia quasi il 50 percento della causa di tutte le morti.

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.