News del 24 Marzo 2010

Istituzioni

Il VicePremier Caplovic incontra il Ministro Ronchi

Il Programma „Europa 2020“, è stato discusso in un incontro di ieri a Bologna tra il VicePremier Dusan Caplovic, con delega ai Rapporti con l’Europa, i Diritti Umani e la Tutela delle Minoranze Etniche ed il Ministro per le Riforme Comunitarie Italiano Andrea Ronchi. I prossimi Giovedi e Venerdi infatti, a Bruxelles, alla presenza del Presidente della Ue il Belga Herman Van Rompuy avverrà una riunione del Consiglio Europeo la cui delegazione Slovacca verrà guidata dal Premier Robert Fico. Nell’incontro di ieri, al termine del quale Caplovic ha invitato Ronchi ad una visita ufficiale in Slovacchia, che dovrebbe avvenire tra la fine del prossimo Aprile e gli inizi di Maggio, Capolovic ha riferito i dubbi a lui espressi da Ronchi circa l’effettiva disponibilità Europea ad allocare in R&D almeno il 3 percento del Pil entro il 2020.  I due Ministri hanno auspicato concordemente una riforma fiscale ed un più incisivo utilizzo degli EuroFondi per la R&D. Allo stato attuale infatti, sono soprattutto le piccole e medie imprese a non potere usufruire di significativi incentivi Europei. Caplovic ha anche sottolineato la futura cooperazione dell’Enel in sinergia con il Mondo Accademico Slovacco e la Sav -Accademia Slovacca delle Scienze- nel campo della ricerca e sviluppo. Tra i due Paesi verranno ancora rafforzate le basi per scambi commerciali, e squadre di tecnici esperti Slovacchi andranno nel futuro prossimo in Italia per partecipare alla realizzazione dei previsti impianti nucleari. Sempre con riguardo agli obiettivi del Piano Europa 2020, Caplovic e Ronchi si sono impegnati a favorire il diffondersi della cultura universitaria, per rispettare l’importante obbiettivo di dare questa qualifica almeno al 40 percento dei giovani Europei entro il 2020. Caplovic è poi entrato nel merito di una giusta pianificazione delle necessità che il mondo delle imprese avranno, per evitare di formare laureati in discipline i cui titoli di studio troveranno pochi sbocchi lavorativi. Sempre all’unisono, Caplovic e Ronchi hanno concordato sul fatto che i risultati della crisi economica mondiale stiano ostacolando gli ambiziosi progetti di ridurre del 20 percento il livello delle emissioni nocive all’ambiente per il 2020, ed altrettanti ostacoli stiano creando nella messa in atto di ridurre significativamente la produzione di energia, razionalizzandola e favorendo entro la stessa data le fonti di energia rinnovabili. Tra gli obiettivi all’ordine del giorno della riunione di Bruxelles del Consiglio d’Europa ci sarà anche la concertazione di politiche in favore dell’occupazione ed importanti decisioni in ordine alla crisi finanziaria che ha recentemente colpito la Grecia, creando turbative e manovre di speculazione al ribasso sull’Euro. Per ultimo, si ritornerà a parlare di ambiente, cercando di riordinare le idee e di trovare  punti di unione nella definizione di nuovi obiettivi per il Pianeta, dopo il semi-fallimento del vertice di fine 2009 sull’ambiente di Copenhagen.

(La Redazione)

Il turismo può creare 200.000 posti di lavoro

Se il turismo fosse utilizzato al meglio delle potenzialità offerte dalla Slovacchia, da solo potrebbe generare almeno 200,000 nuovi posti di lavoro. Non è una provocazione, ma il dato ufficialmente espresso da Marek Madaric, Ministro per la Cultura (Smer-Sd) dopo la riunione del Mercoledi che si è tenuta a Stara Lubovna nella Regione di Presov. Il nuovo Ministero, che dal prossimo primo di Luglio 2010 si chiamerà: “Ministero della Cultura e del Turismo” sta già lavorando sulle più incisive azioni da proporre sui mercati internazionali per far rendere al meglio questa importante risorsa socio-economica-culturale.

(Fonte Tasr)

Nuove risorse anche per i servizi sociali

Nella stessa riunione di Governo sono stati anche deliberati importanti fondi per i fornitori di servizi di utilità sociale affinchè, secondo le parole del Premier Fico: “Nessuno, nè in Slovacchia né in Europa, possa lamentarsi che questa non viene adeguatamente considerata come una priorità da parte dell’attuale Governo”.  Circa 14 milioni del Budget dello Stato verranno suddivisi tra le Regioni –a cui spetteranno 6,4 milioni- e le società no-profit ed altre istituzioni a cui ne aspetteranno 7,26.

(Fonte Tasr)

Finanza e Mercati

Lo Stato emette 239,5 milioni di bonds a due anni

Grande richiesta per la nuova emissione di zero coupon bond che lo Stato Slovacco ha emesso Lunedi scorso. Le richieste sono state per complessivi 408.5 milioni di Euro a fronte di una tranche in offerta di circa 240 milioni. Leggermente in rialzo i tassi, fissati in 1.71 rispetto alla precedente asta che aveva dato un rendimento dell’1.6 percento. Tale fenomeno non è stato creato da aspettative di rialzo dei tassi già assorbite ma ancora da leggere perturbazioni connesse alle incertezze sulle effettive politiche di intervento comunitario in favore della Grecia, colpita dalla nuova crisi finanziaria e bisognosa di un intervento a proprio supporto da parte delle Istituzioni Comunitarie. Ad Aprile verrà molto probabilmente, offerta almeno una scadenza obbligazionaria a 10 anni, se non addirittura a 15.

(La Redazione)

Imprese

E’ terminata ieri la produzione della Touareg di prima generazione

Ieri sera, dagli stabilimenti in Slovacchia della Volkswagen è uscito l’ultimo esemplare di Touareg di prima generazione, una 3 litri V6 FSI destinata al mercato Cinese. La popolare autovettura, realizzata esclusivamente in Slovacchia, è in produzione dal 30 Giugno 2002, dopo un investimento di oltre 700 milioni di Euro. Non tutti sono forse a conoscenza, come ci riferisce l’ufficio stampa della Volkswagen Slovakia che esistono Touareg in giro per il mondo in oltre 1 milione di differenti varianti. Non solo per la guida –a sinistra od a destra- ma per l’innumerevole combinazione possibile di colori, materiali, tessuti ed optional richiedibili e, naturalmente, a seconda ed in funzione delle caratteristiche di ogni singolo mercato di vendita. Da domani inizierà la produzione della nuova generazione di Suv – Touareg ibrido– che sicuramente conquisteranno il mercato altrettanto del loro blasonato predecessore. E’ anche interessante evidenziare come, nel passato 2009, oltre il 98 percento dell’intero fatturato della Volkswagen sia stato generato dall’ export, con la parte del leone attuata dalla Germania e la Cina in forte crescita.

(Fonte Volkswagen Slovakia)

Anche la GDO ha subito il 2009

Sono molteplici, indubbiamente, le cause che hanno portato la grande distribuzione alimentare cash and carry ad una diminuzione del proprio fatturato in una media di circa il 10 percento. Tesco è tra i maggiori marchi, quello che ha maggiormente risentito dell’inversione di tendenza ed ha registrato un segno negativo in misura pari al 15 percento. Il dato, che ha interrotto oltre un decennio di continua espansione e crescita dei fatturati delle grandi catene, è stato in parte addebitabile alla forza dell’Euro –che ha spinto molti consumatori a fare shopping anche alimentare oltre confine-; in parte dalla crisi che ha ridotto le vendite dei beni più costosi –in favore dei prodotti primo prezzo-; che ha diminuito gli eccessi nell’acquisto; e che ha spinto le stesse catene ad una pricing-policy più tendente al ribasso; con offerte su maggiori articoli, almeno in orari e giorni mirati. Per ultimo, a nostro avviso, il consumatore è sempre più attento alle diverse politiche di prezzo, ed anzichè “fidelizzarsi” ed acquistare tutto in una sola catena, preferisce differenziare gli acquisti in due ed anche tre diversi punti vendita, creando così ulteriori risparmi. Supportato, ed aiutato in questo dalle sempre più popolari pubblicità comparative.

(Fonte La Redazione)

Cronaca interna

Concorso Scania Giovani Autisti YETD 2010

Possono partecipare tutti i nati nel 1975 o piu` giovani, dipendenti  nel settore dei trasporti con qualsiasi marchio di trattori. E’ possibile trovare la domanda di iscrizione al concorso scaricandola  dal sito: www.scania.sk e nelle riviste di settore Kilometer e Transport n.2 e n.3, Trucker 3 e 4, presso  tutti i rivenditori e le stazioni di servizio Scania e nei punti di contatto CESMAD. In premio un camion Scania del valore di 100.000

(Fonte Scania Sk)

Speciale Sario: Daily Media Monitoring

Riportiamo anche oggi alcune notizie tratte dal report quotidiano che ci invia la Sario, Agenzia del Ministero dell’Economia per attrarre investimenti esteri in Slovacchia e per lo sviluppo del commercio di cui è Business Partner “Slovakia Group”. Come sempre il notiziario è a cura della nostra collega di Sario Barbora Ondrášiková.

Nuovi investimenti

La società Sk-Tex ha intenzione di realizzare un’unità produttiva in Senica per la produzione di prodotti di coibentazione e fonoassorbenti. L’impianto dovrebbe occupare 22 maestranze ed entrare a regime il prossimo anno.

La società controllata dallo Stato Teplaren Kosice aprirà un bando per la ricerca di una società di manutenzione generale di una turbina a vapore e di un turbo-generatore. Il valore previsto della commessa è di 3 milioni di Euro. Il criterio decisivo in base al quale verrà aggiudicata la gara sarà l’economicità dell’offerta.

La società  Webasto-Edscha Cabrio Slovakia sta investendo 200.000 Euro nella realizzazione di una nuova linea di produzione per tettini di automobili a Velky Meder. I lavori inizieranno entro la metà del corrente anno e la messa in funzione del reparto è prevista per l’inizio del 2010.

Mondo del lavoro

Non è una piaga od un malcostume generalizzato in Slovacchia il lavoro  nero. Secondo i dati forniti dall’Ispettorato del Lavoro, su 14.800 lavoratori controllati nel secondo semestre del 2009, solo 723 risultavano avere un contratto non regolare. Circa il 4,8 percento.

(Fonte Sario)

Sembrerebbero avere un nome i veri soci della Interblue Group

Le Autorità Svizzere sembrerebbero avere fornito ai loro colleghi Slovacchi i veri nomi dei soci della Interblue Group, società tristemente balzata agli onori delle prime pagine della stampa Slovacca per l’affaire delle quote sulle emissioni di CO2 compravendute ad un corrispettivo inferiore a quello del “mercato”. Tibor Gaspar, Responsabile dell’Ufficio Antiriciclaggio Slovacco ha negativamente stigmatizzato la pubblicazione, su alcuni giornali, di uno dei nomi dei presunti soci. Essendo l’indagine in corso, anche Buongiorno Slovacchia seguirà la prassi di evitare la diffusione di nomi di persone che potrebbero, in un caso estremamente delicato come questo, rivelarsi successivamente del tutto estranee ai fatti ipotizzati.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.