News del 29 Marzo 2010

Speciale elezioni politche 12 Giugno

Median.sk registra quasi un plebiscito per Smer-Sd

Secondo l’ultimo sondaggio elettorale condotto dall’agenzia specializzata Median.sk sul normale campione di 1.206 intervistati lo Smer-Sd tocca soglia 43.9 percento dei consensi. Seguito dai due maggiori partiti di opposizione: Sdku-Ds con il 12.7 ed i Cristiano Democratici del Kdh con l’11.1 percento. Significativo il risultato del partito di Governo di centro destra Sns, quotato al 7,9 percento. Troppo poco per ipotizzare una coalizione bi-partitica ma comunque, psicologicamente degno di attenzione e nota. Altri due soli partiti avrebbero superato la soglia di sbarramento del 5 percento: lo Ls-Hzds con il 6,3 percento e, con il 6,2 percento, lo Smk pro-Ungheria. Altrettanto significativo comunque il 4,8 di Libertà e Solidarietà -Sas- mentre fortemente ridimensionato appare il Most-Hid con un mero 1,6. Nuovamente, appaiono gli spettri di un clamoroso errore tattico-strategico nella proposta di due diverse liste di “irridentisti”… Peraltro, come ultimo cenno, solo il 25,7 percento del campione ha risposto di andare con certezza a votare. E se questo rispondesse veramente allo stato d’animo del Paese, non è difficile ipotizzare risultati assai differenti nel segreto delle urne.

(Fonte Tasr)

Istituzioni

La Ue contesta le no profit. Fico contesta il Ministro Tomanova

Non piacciono agli ispettori della Ue i finanziamenti utilizzati dalle no-profit. Il caso arriva al Premier Fico che annuncia alla radio Slovacca nella rubrica in onda Sabato scorso 27 Marzo di ‘Sobotne dialogy’ che se i finanziamenti ottenuti da Bruxelles fossero revocati per frodi o gravi violazioni di legge ne verrebbe direttamente investito come responsabile il ministro in carica, Viera Tomanova.  Mentre, aggiunge sempre il Premier: “se la Ue ci dicesse semplicemente che non sono finanziabili i posti di lavoro ottenuti grazie alle no-profit, create per contrastare l’aumento della disoccupazione, allora non vedrei problemi in quanto finanzierei le stesse con diverse risorse dello Stato utilizzando per altri progetti i Fondi ottenuti”. In particolare, le attenzioni di Bruxelles sono rivolte ad 8 progetti specifici, sui quali non solo le opposizioni ma anche la maggioranza esprime critiche per come sono stati gestiti gli stessi. In ballo 25 milioni di Euro di finanziamento.

(Fonte Tasr)

Apre in Sud Africa la “Casa comune” del V4

Il Gruppo del V4 -Cechia, Polonia, Slovacchia, Ungheria- ha aperto una “Casa Comune” a Cape Town, in Sud Africa. La Slovacchia, che in applicazione di un criterio di turnazione tra i 4 Paesi avrà a disposizione la sede l’ultima settimana di ogni mese, promuoverà principalmente le filiere Turismo, Investimento, Cultura ed Arte; oltre che, naturalmente, il ruolo della propria rappresentanza diplomatica nel Paese.

(Fonte Tasr)

Fico approva le decisioni sui temi di Europa 2020, ma non i numeri

Al termine della riunione del Consiglio d’Europa tenutosi a Bruxelles, Giovedi e Venerdi, il Premier Fico a capo della delegazione Slovacca, non ha mancato di commentare con grande schiettezza alcune diverse opinioni rispetto all’eccessivo utilizzo comunitario  di impegni e proclami troppo impegnativi, non supportati da obbiettivi quantificati con precisione. Oltre che di Grecia, la riunione ha fissato le linee programmatiche Ue in materie di ricerca e sviluppo, occupazione, cambiamenti climatici. Gli altri due macro punti: povertà ed istruzione saranno affrontati e possibilmente concordati in Giugno. Fico, in particolare, ha commentato alla stampa che preferirebbe che venissero prese decisioni di programma sulla base di preventivi riscontri verificati dai singoli Stati, anzichè fissare obbiettivi troppo onerosi per poi non risultare non realistici. Altrimenti, se non si rovescia il rapporto di causa-effetto, anche “Europa 2020” finirà per portare agli stessi fallimenti di “Lisbona 2010”.

(Tasr, La Redazione)

Brevi dal mondo

L’intervento del FMI in favore delle Grecia ne aumenta il prestigio ed il potere

Va molto oltre il prossimo intervento di cassa la decisione dei Paesi dell’Eurozona di chiedere ed ottenere l’intervento del Fmi in favore della disastrata economia Greca. E’ la prima volta in assoluto, dall’istituzione della moneta unica, che il Fondo deve mettere non solo liquidità ma anche il proprio peso politico nell’intervento. I critici -Americani in testa- vedono nella disomogeneità delle economie europee il germe dei crescenti problemi attraversati; forse dimenticando quanto sia storicamente avvenuto in casa propria, sia sorvolando sugli attuali molto più gravi problemi Usa di quelli dell’Europa. Di certo, non è facile ancorare ad una stessa moneta Germania alla Grecia, Francia ed Italia a Portogallo ed Irlanda. Ma, nel medio periodo, è risaputo che quello che non può provocare svalutazione della moneta si ripercuote comunque su debito, disoccupazione, inflazione.

Rialza la testa l’Euro, dopo i minimi della settimana

Ha fatto bene all’Euro l’intesa in favore della Grecia; i mercati ne hanno immediatamente risentito positivamente e la soglia 1,34 è stata ritoccata, dopo che la settimana aveva visto toccare i minimi degli ultimi 10 mesi sul biglietto verde.

Fitto mistero sull’affondamento della nave militare della Sud Corea

Dopo una notte di altissima tensione tra le due Coree, le ultime dichiarazioni di Seul sembrano gettare un po’ di acqua sul fuoco e stemperare l’inizio di una nuova grave crisi nel Mar Giallo. Nonostante la Sud Corea non escluda un atto militare ostile da parte dello storico nemico, non sembrano essere emerse prove inconfutabili della responsabilità dei 54 morti. Vedremo nelle prossime ore se il mondo avrà risposte oltre alle immagini desolanti della chiglia dello scafo rovesciata.

Almeno a Cipro ottimi rapporti tra Slovacchia ed Ungheria

Il capo delle Forze Armate Generale Lubomir Bilik ha rivolto parole di elogio alla cooperazione militare in corso tra i contingenti della Slovacchia e dell’Ungheria a Cipro, all’interno della missione UNFICYP. Nell’isola ancora divisa tra Greco-Ciprioti e Turchi 196 soldati Slovacchi operano con 53 Ungheresi, 4 Croati e, forse, a breve anche soldati della Serbia. Poche settimane fa l’ottima collaborazione aveva anche ricevuto il plauso dei due ministri degli Esteri, lo Slovacco Miroslav lajcak e l’Ungherese Peter Balazs.

(Fonte Tasr)

Consegnato il secondo carico di aiuti umanitari per Haiti

E’ arrivato a destinazione, dopo oltre venti giorni di viaggio, il secondo carico di aiuti umanitari per Haiti. La Slovacchia lo ha inoltrato direttamente alle autorità dell’isola caraibica. Il carico, del valore di circa 180.000 Euro, comprende capi di vestiario, posate, articoli di prima necessità per un peso di circa 9 tonnellate. Il primo invio era stato effettuato dieci giorni dopo il disastroso terremoto.

(La Redazione da Radio Slovakia International)

Cronaca interna

Partorisce il 17mo figlio. Ma vive ai margini della società

E’ una delle tante “non notizie”, semplicemente perchè non raccoglie l’interesse mediatico. Ma, secondo noi, vale la pena di essere tratteggiata. Con il dovuto rispetto, senza dare un nome ed un cognome alla protagonista. Non importa. Basti dire che pochi giorni fa è andata a registrare il nome del diciassettesimo figlio, che ha poi consegnato alle strutture sociali in quanto “senza fissa dimora”. Homeless, come va di moda dire. Succede anche questo a Bratislava, come probabilmente in ogni capitale. Storie di vita ai margini, ed oltre, delle regole, abitudini, senso della normalità. Storie di un gruppo di famiglia che preferisce le zone boschive collinari ad un appartamento che le è stato molte volte promesso. Storie di gulash cucinati su pignatte dell’esercito, con bambini che ricordano altri luoghi e tempi. Ma sorridenti. Storie di chi non accetta di essere nel sistema, ma ha avuto il buonsenso di far annotare il nome di ogni suo figlio, partorito non sappiamo come. In un garage, vicino al Polus Centre. Ha chiesto fosse chiamata Silvia. La richiesta dovrebbe essere accettata. La mamma sarà contenta. Ha 44 anni, non sappiamo se Silvia sarà l’ultimogenita. Auguri.

(La Redazione)

E’ illegale ed inutile l’utilizzo di dispostivi anti Sky-Toll

Gli utilizzatori di sistemi attivi di rilevazione delle fotocamere del sistema Sky-Toll infrangono il codice penale e non ottengono alcun risultato utile, in quanto il nostro sistema è abbastanza intelligente da rilevarne la presenza e segnalare come sospetto il mezzo… Questa la dichiarazione di Marcel Janosik, portavoce della NDS -Società Nazionale delle Autostrade. Un crescente uso di “jammers” -strumenti elettronici attivi che rendono non efficaci i sistemi di lettura delle targhe, di rlevazione delle velocità e di fotografie di mezzi atti a compiere infrazioni stradali- è stato infatti riscontrato ed è importante la dichiarazione di Janosik, in quanto i diversi Paesi Ue adottano misure molto diverse in questo ambito. I dispositivi infatti, funzionando su onde radio, sono permessi laddove il libero utilizzo delle frequenze prevale sulle regole del  Codice della Strada. Tanto che si trovano molto facilmente pubblicizzati in molti siti internet, alla luce del sole, anche per poche decine di Euro. La nuova forma di “ribellione” dall’entrata in vigore del contestato Sky-Toll era stata denunciata in un articolo apparso Venerdi scorso sul quotidiano Sme.

(Fonte Tasr, Commento Redazione)

Apre la Pribina Gallery

Abbiamo contato 131 esercizi aperti, sui 150 che la Pribina può accogliere. Non è il tutto esaurito ripetutamente sottolineato dalla divisione marketing della Ballymore ma comunque, visti i tempi, un ottimo risultato. Ma la Pribina (Galleria Eurovea) che ha aperto al pubblico Venerdi scorso, non è solo “shopping”. Trenta tra ristoranti e pubs, aperti od in fase di apertura. Centro e polo di divertimento, tempo libero, intrattenimento e svago. Dal fitness alla sala multicinema in 3D; dalle banche ai servizi di telefonia (graditissime le loro aperture durante il fine settimana); dal supermercato a quanto occorre al più esigente dei visitatori. Previste speciali offerte promozionali “di apertura”, oltre che spettacoli musicali ed attenzione anche alle esigenze dei più piccoli. Dalle 09,00 alle 21,00 – tutti i giorni.

(La Redazione)

Piace l’architettura, meno gli interni

Sabato pomeriggio, la Redazione di Buongiorno Slovacchia è al gran completo presente per verificare affluenza e gradimento dei visitatori. Sono tanti, occorre dirlo, molti di più di quanto immaginassimo. Non solo a passeggio, ma anche in fila pazienti per acquistare almeno un capo. Molti i negozi che rilasciano buoni sconti, del venti, anche trenta percento. Buona l’organizzazione, anche se il parcheggio appare mal progettato, con troppi pochi ingressi e troppo anguste vie di scorrimento. Bella l’architettura, con le maestose cupole in rombi di cristallo, il cui unico problema sarà il mantenimento della pulizia. Colpisce l’assenza di banchi informazioni, pochi i bancomat, pochi i servizi pubblici. Non tutti gli esercizi hanno aperto, ma in numero più che sufficiente per un ottimo successo. Bella la sistemazione degli spazi antistanti il Danubio, anche se non tutti fruibili. Forse troppo minimalista la “piazza”. Di sicuro non all’altezza le scelte cromatiche, i materiali utilizzati, gli spazi interni del tutto inadeguati al lusso “decantato”. Sicuramente non all’altezza di AuPark. Come dire, bello ma assolutamente non in linea con le aspettative.
(La Redazione)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.