Il Museo minerario slovacco vince il titolo di Museo dell’Anno 2011

Alla vigilia della Giornata Internazionale dei Musei, il Ministro della Cultura Marek Madaric ha premiato ieri con il titolo di Museo dell’Anno 2011 il Museo minerario slovacco di Banska Stiavnica (regione di Banska Bystrica)che è arrivato primo nella categoria Musei e gallerie specializzati. Il Museo della Città di Bratislava ha vinto nella categoria Musei e gallerie regionali, locali e comunali.

«I musei vincenti hanno dovuto soddisfare criteri difficili», ha detto il Ministro alla cerimonia di premiazione. «Vorrei sottolineare il fatto che l’Unione nazionale dei datori di lavoro (RUZ) aveva proposto nel 2011 la definitiva chiusura del Museo minerario, giustificando la mossa per motivi economici. Ma al museo è stato assegnato il titolo di miglior museo dell’anno 2011, dunque in questo caso hanno prevalso vedute più ampie e distaccate», e ha vinto la cultura, ha rimarcato il Ministro. «Sono davvero contento che questo museo continui ad esserci… si è meritato di vincere il premio».

Il primo nucleo del Museo minerario slovacco è stato creato nel 1900 con sede al Castello vecchio di Banska Stiavnica, una delle località slovacche più importanti per la storica attività mineraria dei secoli passati, conosciuta in tutta Europa. Nel 1927 venne rifondato come Museo minerario nazionale, e divenne la prima istituzione di tal genere in Cecoslovacchia, con importante funzione di ricerca nell’area della geologia. Oltre all’attività divulgativa ed espositiva in varie sedi, il Museo minerario raccoglie e cataloga una folta documentazione sullo sviluppo dell’attività mineraria e della storia delle città nelle quali si è maggiormente espansa. In città venne istituita la prima università tecnica del mondo quando nel 1843 venne dato il titolo di Accademia dell’attività mineraria e forestale alla scuola mineraria creata nel 1735. Dopo la creazione della Cecoslovacchia, nel 1919 l’accademia fu spostata a Sopron, in Ungheria, e vive tutt’ora come succursale dell’Università magiara di Miskolc. Per dare un’idea dell’importanza dell’attività delle miniere di Banska Stiavnica, nel 1782 era la terza città più popolosa del Regno d’Ungheria con oltre 23mila abitanti, 40mila se si includono i sobborghi, molto più della sua popolazione attuale che si è ridotta a 10.600 persone.

(La Redazione)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.