L’impianto slovacco di Mondi SCP investe 130 milioni in nuove tecnologie

La fabbrica di polpa di cellulosa di Ruzomberok del gruppo Mondi SCP ha iniziato la costruzione di una nuova caldaia rigenerativa che, per l’acquisto e l’installazione di moderne attrezzature per la produzione di energia verde e recupero di sostanze chimiche, costerà all’azienda una somma complessiva intorno ai 130 milioni di euro.

«Si tratta di un enorme investimento per il rinnovamento delle nostre infrastrutture» che avrà come oggetto principale, ha detto a Tasr il presidente Roman Senecky, «la sostituzione della caldaia del 1980 che è ancora attiva, ma la cui stabilità è precaria». Le nuove tecnologie che saranno implementate nello stabilimento sito nel nord della Slovacchia daranno una garanzia di vita molto più lunga della struttura, con «una ben maggiore efficienza e un impatto positivo sull’ambiente», ha detto Senecky.

(Red)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.